• Home / CALABRIA / Lavoro – Crisi Corap, sindacati: “Regione intervenga per Consorzio sviluppo”

    Lavoro – Crisi Corap, sindacati: “Regione intervenga per Consorzio sviluppo”

    I sindacati Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl, attraverso una nota stampa, segnalano “la drammatica situazione che stanno vivendo i dipendenti del Corap”, il Consorzio regionale per lo Sviluppo delle attività produttive recentemente istituito dalla Regione. “Infatti – scrivono i segretari regionali Alfredo Iorno, Antonio Bevacqua ed Elio Bartoletti – a quasi 2 mesi dalla sua istituzione prendiamo atto che i lavoratori non solo avanzano la mensilita’ di Luglio e tra 5 giorni si aggiungera’ quella di Agosto, ma si vedono costretti a lavorare in condizioni di assoluta incertezza. Infatti dai primi giorni del mese di Luglio la Gestione commissariale ha bloccato i pagamenti sui conti correnti delle singole sedi (ex Asi), creando un’insolvenza generalizzata che sta esplodendo in questi giorni. Ci sono problemi con le utenze telefoniche, energetiche, rifornimenti di carburante, le assicurazioni dei mezzi e le manutenzioni degli impianti gestiti dalle ASI, ogni giorno ci si trova costretti ad intervenire personalmente con le risorse disponibili finche’ si puo’. Cio’ considerato, gli impianti di depurazione non possono fermarsi ed hanno bisogno di continue manutenzioni, che potrebbero, se non effettuate, generare il blocco degli stessi e conseguenti danni ambientali e pertanto il problema non resterebbe piu’ circoscritto ai dipendenti delle ASI ma si estenderebbe a tutta la collettivita'”. “Concludendo – scrivono i sindacati – le scriventi organizzazioni sindacali chiedono che la Regione Calabria, promotrice della costituzione del Corap, intervenga tempestivamente non solo per sopperire ai problemi finanziari, ma anche per far capire ai dipendenti in primis ed all’intera collettivita’ Calabrese come essa intende procedere attraverso la presentazione di un piano industriale attraverso il quale verificare la sostenibilita’ economico finanziaria del nuovo Ente, al fine di evitare disastri ambientali”