• Home / CALABRIA / Stili di vita dei calabresi: aumentano obesità e vita sedentaria

    Stili di vita dei calabresi: aumentano obesità e vita sedentaria

    La fotografia che l’Osservatorio nazionale sulla salute nelle regioni italiane fa della Calabria riguarda anche gli stili di vita dei calabresi e si concentra su alcuni aspetti particolarmente rilevanti ed incidenti su determinate patologie come ictus, infarto, ipertensione. Tra questi unica incidenza positiva per i calabresi è data dall’analisi dei fumatori, per il resto, sovrappeso, obesità e pratica di sport sono tutti negativi.

    Fumatori in Calabria

    Nel 2014, la quota di fumatori tra la popolazione di età 14 anni ed oltre è pari a 16,2% (valore nazionale 19,5%), valore minimo tra le regioni italiane. Considerando il periodo 2007-2014, si registra una diminuzione (-4,7%) e l’andamento che si osserva è altalenante e negli ultimi anni segue l’andamento nazionale. Anche a livello Italia si osserva un andamento decrescente (-11,8%).

    Persone in sovrappeso

    La prevalenza di persone di età 18 anni ed oltre in condizione di sovrappeso è pari, nel 2014, a 39,6% (valore nazionale 36,2%). Nell’arco temporale 2005-2014, i dati della Calabria risultano tutti maggiori rispetto ai valori Italia e presentano un andamento simile a quello nazionale anche se con qualche oscillazione. Considerando l’intero periodo temporale nella regione in esame si è registrato una lieve aumento pari a +3,1% (valore nazionale +4,3%).

    Percentuali di obesità tra i calabresi

    La prevalenza di persone di età 18 anni ed oltre obese è pari, nel 2014, a 11,6% (valore nazionale 10,2%). I dati della Calabria presentano un andamento oscillante (range 10,1-12,0%) con valori tutti superiori ai dati nazionali ad eccezione del dato del 2006 che risulta uguale. I dati nazionali presentano, invece, un andamento alquanto lineare (range 9,9-10,4%). Considerando l’intero periodo temporale in Calabria si è registrato un lieve aumento pari a +2,7% (valore nazionale +3,0%).

    I calabresi non praticano sport

    In Calabria la prevalenza di coloro che dichiarano di non praticare sport è pari a 54,2% (valore nazionale 39,9%). Nel complesso, considerando l’arco temporale 2005- 2014, i dati mostrano un andamento oscillante (differenza tra il valore massimo e il valore minimo di oltre 11 punti percentuali) con valori tutti superiori rispetto ai dati nazionali. A livello nazionale, si osserva un andamento più lineare con variazioni più contenute (circa 3 punti percentuali). Da evidenziare è il dato del 2014 che risulta in controtendenza rispetto al valore Italia. Considerando l’intero periodo temporale in Calabria si è registrato un minimo aumento pari a +2,3% (valore nazionale +0,3%).