• Home / CALABRIA / “Concorsone” Sanità, infermieri idonei: “O assumono da vecchia graduatoria 150 infermieri o impugniamo tutto”

    “Concorsone” Sanità, infermieri idonei: “O assumono da vecchia graduatoria 150 infermieri o impugniamo tutto”

    di Clara Varano – Infermieri calabresi sul piede di guerra contro il concorso bandito dal commissario ad acta per la Sanità che prevede l’assunzione di 300 professionisti tra infermieri e operatori socio sanitari (Oss). Quel concorso, così com’è, penalizzerebbe gli infermieri che partecipando al concorso nel 2008, sono risultati idonei.  “Noi – dicono i 17 combattenti – non scenderemo a patti. Nessun compromesso. Impugneremo la determina prima ancora del bando”.
    Il commissario ad acta per il Piano di rientro Massimo Scura – si legge sulla Gazzetta del Sud – fa notare che “per assumere chi ha conseguito la laurea dopo il 2009 era necessario bandire un nuovo concorso. Questo richiederà circa un anno per essere ultimato, tempo sufficiente per scorrere la graduatoria del Pugliese che scade appunto il 31 dicembre 2016”. Scura fa una proposta: “Un accordo che impegni le parti a non assumere nessuno dal nuovo concorso prima di aver esaurito la graduatoria del Pugliese ancora in essere. In cambio lasciamo che il concorsone segua il suo corso. Se venisse bloccato fino all’esaurimento della graduatoria, poi resteremmo per un anno senza graduatorie dalle quali attingere infermieri”.
    Il nuovo concorso secondo gli idonei, però, annullerebbe quel vantaggio e loro non sono disposti a rinunciarvi. “Una nuova graduatoria – sottolineano – renderebbe nulla la nostra e ogni accordo risulterebbe illegale. Gli idonei non sono scemi”.
    “Unico compromesso che accetteremo – chiariscono gli infermieri – sarà un nuovo decreto di assunzioni di infermieri per almeno 150 unità prima nel concorso.