• Home / CALABRIA / Stipendi, la classifica boccia il Sud: Calabria ultima
    Stipendi in Calabria

    Stipendi, la classifica boccia il Sud: Calabria ultima

    di Clara Varano – Che la Lombardia avesse gli stipendi più alti d’Italia non sorprende e non è nemmeno una novità. Milano è la capitale economica del nostro Paese, sembra ovvio che le persone che hanno un maggiore stipendio siano concentrate tutto lì. Quello che altrettanto non sorprende è che la Calabria sia la regione, ultima in classifica, con la minore retribuzione pro capite.

    L’indagine è dell’Osservatorio Jobpricing per Repubblica.it. Si parla di retribuzioni lorde. Una rilevazione che, a differenza di quella svolta per esempio dall’Istat (che accorpa più redditi: da lavoro dipendente, da pensione, da attività in proprio, da rendite, per poi suddividerli per i componenti della famiglia), riguarda il dato puntuale relativo al lavoro dipendente, nel suo luogo di produzione (che può esser diverso dalla residenza), con l’esclusione di autonomi e Pa.

    Subito dietro la Lombardia ci sono Emilia Romagna, Valle d’Aosta, Liguria, Piemonte … Per incontrare una regione meridionale bisogna arrivare al 12esimo posto con la Campania e poi tutto uno scivolo fino alla Calabria (ultima), dove in media la retribuzione annua lorda è di 23.465 euro. Circa 8mila euro in meno rispetto alla Lombardia e se si dà uno sguardo alle province il distacco è ancora più marcato.

    Stipendi, la classifica delle province: calabresi tutte agli ultimi posti