• Home / CALABRIA / Trivellazioni nello Ionio: presentata in Cassazione richiesta referendum
    'Ndrangheta, Cassazione: nel Torinese ci sono nuove cosche

    Trivellazioni nello Ionio: presentata in Cassazione richiesta referendum

    Sono 10 e non più 11, ma comunque sufficienti, le Regioni che questa mattina hanno presentato in Cassazione 6 quesiti referendari contro le trivellazioni entro le 12 miglia e sul territorio. L’Emilia Romagna, terra del ministro alle Infrastrutture e trasporti Graziano Delrio, si è ritirata all’ultimo minuto chiarendo comunque che “lo Sblocca Italia va rivisto”. Al centro, infatti, della richiesta referendaria l’articolo 38 del decreto “Sblocca Italia” che disciplina, appunto, le “Misure per la valorizzazione delle risorse energetiche nazionali”. (Leggi i motivi della richiesta di abrogazione)

    Regione capofila della proposta la Basilicata, ma assieme a lei ci sono i Consigli regionali di Marche, Puglia, Sardegna, Abruzzo, Veneto, Calabria, Liguria, Campania e Molise.

    Oltre all’abrogazione dell’articolo 38 dello Sblocca Italia ci sono anche cinque articoli del decreto Sviluppo. Questi ultimi si riferiscono alle procedure per le trivellazioni. Su cinque articoli oggetto dei quesiti referendari presentati stamani in Cassazione dai dieci Consigli regionali, è attesa anche la decisione della Consulta che si pronuncerà da gennaio ad aprile sulla questione trivellazioni.