• Home / CALABRIA / ”Ci dai 50mila euro o ti spariamo alle gambe”. Le minacce dei calabresi all’imprenditore di Ivrea

    ”Ci dai 50mila euro o ti spariamo alle gambe”. Le minacce dei calabresi all’imprenditore di Ivrea

    ”Ci devi dare 50mila euro o ti spariamo alle gambe e ti facciamo saltare in aria l’azienda”. E’ la minaccia fatta al titolare di un’azienda di panificazione del torinese dall’ex socio che nel giugno del 2014 si era presentato nella ditta con due soggetti di origine calabrese. Il pretesto era l’utilizzo di vecchi macchinari (dal valore commerciale quasi nullo) su cui l’ex socio avanzava delle pretese anche se sulla questione i due avevano già definito un accordo economico che la vittima stava peraltro rispettando. L’imprenditore di Chivasso (Torino) aveva però subito contattato la polizia e raccontato quanto stava accadendo. Al termine delle indagini oggi la Squadra mobile di Torino ha eseguito i provvedimenti cautelari emessi dal gip di Ivrea, su richiesta del pm Ruggero Crupi, nei confronti di cinque persone per estorsione. In particolare l’ex socio dell’imprenditore, un 48enne del torinese, è stato arrestato mentre per tre calabresi è stato disposto l’obbligo di dimora nel comune di residenza. Un quinto uomo è ancora ricercato. Da quanto accertato il 48enne si era rivolto a un conoscente che ha un panificio in Calabria chiedendogli di trovare soggetti che lo aiutassero a intimidire l’ex socio. L’uomo, con l’aiuto dei complici, aveva quindi più volte minacciato l’imprenditore arrivando anche a tentare di portare via dall’azienda alcuni macchinari.