• Home / CALABRIA / Calabrese rapita in Siria – Compare video su Youtube: ‘Intervenite, potremmo essere uccise’
    Greta Ramelli e Vanessa Marzullo

    Calabrese rapita in Siria – Compare video su Youtube: ‘Intervenite, potremmo essere uccise’

    ”Siamo Greta Ramelli e Vanessa Marzullo. Supplichiamo il nostro governo ed i loro mediatori di riportarci a casa prima di Natale. Siamo in grande pericolo e possiamo essere uccise. I nostro governo ed i mediatori sono responsabili delle nostre vite”. Questa la traduzione del breve video datato 17 dicembre, ma pubblicato ieri, 31 dicembre, che raffigura le due cooperanti italiane, rapite in Siria e di cui non si ha notizie dal 31 luglio 2014.

    Nel video, pubblicato su Youtube, che sembrerebbe autentico, del quale, però, non è stata ancora accertata l’originalità, mostra per 23 secondi le ragazze che chiedono, appunto, l’intervento del Governo per la loro salvezza.

    Greta e Vanessa, quest’ultima originaria della provincia di Cosenza, nel video sono vestite di nero, tengono un cartello in mano e sembrano in buone condizioni. Le due, a differenza delle notizie diffuse inizialmente che le vedevano prigioniere dell’Isis, sarebbero ostaggio dei qaedisti del fronte Jubath al-Nusra.