• Home / CALABRIA / Esportazioni: la Calabria è ultima dietro tutte le altre regioni
    Esportazione Export

    Esportazioni: la Calabria è ultima dietro tutte le altre regioni

    di Clara Varano –

    I dati Istat relativi all’esportazione calabrese, relegano la nostra regione in fondo alla classifica italiana.

    La Calabria è l’ultima regione italiana per esportazione all’estero. Lo rivelano i dati Istat relativi all’esportazione nei primi sei mesi del 2014. E nel 2013 le cose non andavano meglio. Penultimi davanti solo al Molise, per una parte dell’anno. La regione, nemmeno a dirlo, prima per volume di esportazione è l’Emilia Romagna. La Calabria, cenerentola del del Bel Paese, si adegua a quello che è lo standard del Meridione, sempre al di sotto della produzione nazionale e suddivisa per macro aree territoriali. Sono solo 87 milioni, infatti, gli euro che la Calabria fattura come esportazione nell’ultimo trimestre valutato dall’Istat, che sommati a quelli del primo trimestre, portano la regione a 162 milioni di fatturato negli ultimi sei mesi. Un dato che se si analizzano gli ultimi 14 anni, dal 2000 ad oggi, non sorride in nessun caso alla nostra regione, sempre fanalino di coda. Scelte politiche sbagliate? Attribuire responsabilità a questa o a quell’altra corrente ha poco senso, considerato che dall’inizio del secolo ad oggi molte sono state le amministrazioni che si sono susseguite a livello locale. Eppure qualcosa non va. La Calabria è una delle regioni con produzione artigianale, dai prodotti agroalimentari all’artigianato del terzo settore, che vanta una tradizione storica pari, se non superiore in alcuni casi, alle altre regioni. È vero, molti mestieri legati al Made in Calabria, sono andati, via via, scomparendo, ma nulla giustifica quasi tre lustri di fallimento. Probabilmente qualche interrogativo, i vari enti, le varie istituzioni dovrebbero porselo cercando di incentivare quello che potrebbe essere, assieme al turismo, considerata l’elevata percentuale di calabresi nel mondo, uno dei fattori economici di maggiore sviluppo e di ricchezza per la Calabria.