• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Irrera (CasaPound): “‘Governo del Cambiamento’ non può snobbare il Porto di Gioia”

    Irrera (CasaPound): “‘Governo del Cambiamento’ non può snobbare il Porto di Gioia”

    “Hanno promesso di rivoluzionare l’Italia, addirittura hanno istituito un Ministero per il Sud, eppure del Porto di Gioia Tauro si continua a parlare con eccessiva timidezza”. Esordisce così Roberto Irrera, Responsabile Provinciale di CasaPound Italia.

     

    “Crediamo – continua – sia il caso di non aspettare la famosa ZES (zona economica speciale) come se fosse la panacea di tutti i mali, poiché i problemi del Porto di Gioia Tauro sono soprattutto di competitività infrastrutturale. Piuttosto sarebbe il momento di rompere il monopolio del gruppo Contship, cercando altri accordi ed alleanze più convenienti, e puntare soprattutto su infrastrutture ferroviarie, sull’intermodalità e sull’innovazione di processo“.

    “Gioia Tauro non può permettersi altri salti nel vuoto, anzi, può e deve diventare – conclude Irrera – il fulcro della ripresa economica del Mezzogiorno. Ecco perché pensiamo che sia il momento dei fatti, piuttosto che delle chiacchiere”.