• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Campana (Cs) – Edilizia e illuminazione, arrivano i finanziamenti

    Campana (Cs) – Edilizia e illuminazione, arrivano i finanziamenti

    Centinaia di migliaia di euro in arrivo per sistemare l’annoso problema del muro della scuola di via Roma e per migliorare l’illuminazione pubblica adeguandola alle nuove tecnologie; l’impegno della giunta Chiarello ha condotto in porto altri due notevoli risultati per il comune di Campana e per il miglioramento della vita dei cittadini. Dal Patto per lo sviluppo della Regione Calabria sono stati dunque intercettati ben 173.337,20 euro che serviranno per sistemare la questione legata al pericolante muro della scuola primaria di via Roma, costruita negli anni ’60 e a rischio crolli dagli inizi degli anni ’80. Dopo quasi quarant’anni l’amministrazione è riuscita a intercettare il finanziamento utile per far partire al più presto i lavoro di sistemazione e messa in sicurezza in modo da assicurare tranquillità non solo ai fruitori della scuola ma anche a quei cittadini che continuano a vivere con la preoccupazione di quello che potrebbe accadere in caso di crollo. Soprattutto perché parliamo di una zona soggetta ad un rischio frana di livello 4.
    “Sono molto soddisfatto, è un passo fondamentale per la vita amministrativa di Campana – ha commentato il sindaco Agostino Chiarello – questo era uno dei punti cardine del programma elettorale e lo stiamo portando a compimento. Dopo tanti mesi passati a cercare di sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni, anche andando in tv e sui giornali, finalmente i fondi sono arrivati. A brevissimo sarà pubblicata la gara d’appalto e in tempi altrettanto brevi contiamo di dare inizio ai lavori”.
    Oltre a questo intervento l’amministrazione è riuscita a rientrare in una graduatoria di finanziamento per l’adeguamento a led dell’illuminazione pubblica, e a rientrarci in una posizione privilegiata. Il comune di Campana dovrà infatti cofinanziare soltanto il 10% del progetto, a differenza di altri comuni che dovranno finanziare fino al 70%, con conseguenti benefici per il bilancio comunale che non sarà intaccato e, anzi, trarrà giovamento dal risparmio ottenuto da un’illuminazione pubblica più efficiente e meno inquinante.