• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Reggio: presentato il nuovo calendario storico dell’Arma dei Carabinieri
    comandante gianluca valerio reggio calabria

    Reggio: presentato il nuovo calendario storico dell’Arma dei Carabinieri

    “Quella dell’Arma è una grande famiglia. Grande e numerosa.” È con queste parole del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Gen. C.A. Leonardo Gallitelli, che sottolineano l’importante e silenzioso ruolo svolto dalla famiglia nel quotidiano agire del Carabiniere, che inizia il percorso del Calendario Storico dell’anno 2015; ed il tema, dalla prima all’ultima tavola, inedito per questa pubblicazione, è proprio quello de “Il Carabiniere e la famiglia”.

    Un percorso storico ricostruito dagli stati d’animo, dalle ansie, dallo sconforto e dai disagi, ma anche dalla fierezza, dai consigli, dalle rassicurazioni e dall’amore che i Carabinieri trasmettevano ai propri familiari, anche in circostanze drammatiche.

    calendario carabinieri reggio calabriaLe tavole artistiche dell’edizione 2015 del Calendario Storico sono state ideate e realizzate dal Maestro Paolo Di Paolo, e si inseriscono come 82^ edizione nella lunga serie di pubblicazioni partite dal 1928 e, dopo l’interruzione post-bellica dal 1945 al 1949, ripresa regolarmente nel 1950.

    Il notevole interesse da parte del cittadino verso il Calendario Storico dell’Arma, un puntuale interprete, con le sue tavole, delle vicende dell’Arma e, attraverso di essa, della Storia d’Italia, è dimostrato anche dalla tiratura raggiunta di 1.250.000 copie, di cui 8.000 in lingue straniere (inglese, francese, spagnolo e tedesco), indice sia dell’affetto e della vicinanza di cui gode la Benemerita, sia della profondità di significato dei suoi contenuti, che ne fanno un oggetto apprezzato, ambito e presente tanto nelle abitazioni quanto nei luoghi di lavoro, quasi a testimonianza del fatto che “in ogni famiglia c’è un Carabiniere”.

    Questa edizione del Calendario, attraverso una raccolta di lettere scritte dai Carabinieri ai familiari e di immagini di vita al di fuori del servizio, è dedicato a coloro che condividono in silenzio sacrifici e soddisfazioni dei militari dell’Arma, “spesso vissuti tra le mura della stessa caserma, in una pregnante comunione di servizio e affetti” come sottolinea il Gen. Gallitelli nella prefazione.

    Ecco perché in copertina è raffigurata la caserma “Bergia” di Torino, primo Comando Generale dell’Arma e ideale “casa del Carabiniere” da dove inizia il cammino professionale di ciascun militare e si tramandano tradizioni e valori tipici dell’essere Carabiniere.