• Home / ARCHIVIO / Catania / Messina: nasce il Coordinamento per le vittime dell'alluvione

    Messina: nasce il Coordinamento per le vittime dell'alluvione

    Di seguito la nota: “Coordinamento 22.11.11” nasce dalla volontà delle popolazioni messinesi colpite dall’alluvione del 22 novembre 2011 di vedere riconosciuti diritti fondamentali propri di ogni cittadino italiano.

     

    Composto da associazioni professionali di categoria, culturali, sindacali e del volontariato, nonché da tutte e ventiquattro le amministrazioni comunali alluvionate, “Coordinamento 22.11.11” si fa portavoce di istanze indifferibili alle quali dovranno seguire atti concreti da parte degli organi preposti.

    SI PREMETTE

    · che il 22.11.11, nella tragica evenienza dell’alluvione sono state coinvolte le popolazioni di ventiquattro comuni della Provincia di Messina;

    · che si sono verificate perdite umane e patrimoniali di eccezionale entità;

    · che i danni hanno investito beni pubblici (scuole e municipi), beni comuni comprensoriali (strade di collegamento e ponti) e privati;

    · che le stime dei danni subiti, sommariamente valutati dagli organi competenti, ammontano a euro 200.000.000,00 circa;

    · che, a tutt’oggi, il Governo Nazionale ed il Governo Regionale non hanno ancora esplicitato in maniera concreta, chiara e condivisa quali vie in tempi brevi sarà possibile intraprendere, osservare e seguire al fine di dare risposte alle popolazioni messe in ginocchio dall’evento e ripristinare, per quanto possibile, l’ordinaria vita civile a cui aspirano i singoli, le famiglie colpite e le imprese danneggiate;

    · che le interlocuzioni istituzionali fino ad oggi poste in essere tra Stato e Regione Siciliana hanno, di fatto, riproposto le rituali ed inefficaci diatribe sulle rispettive attribuzioni di responsabilità, ovvero, non si sono visti esercitati, ciascuno per le proprie sfere di competenza, i poteri finalizzati ad organizzare gli essenziali tavoli tecnici volti alla risoluzione delle diverse problematiche;

    · che, a fronte delle relazioni tecniche già inviate dal Genio Civile, ad oggi manca un chiaro cronoprogramma degli interventi risolutori;

    · che i singoli Comuni con le rispettive popolazioni ed amministrazioni investite dall’evento hanno reso possibile la ripresa dell’ordinaria attività, permanendo ovviamente lo stato di crisi a cui si dovrà dare una risposta seria e rigorosa sui fronti della ricostruzione edilizia per le famiglie, ed infrastrutturale per la ripresa economica e occupazionale delle imprese agricole, commerciali ed industriali;

    · che tali osservazioni rivestono lo scopo innanzitutto di sollecitare le Istituzioni preposte ad una ricognizione immediata e certa delle priorità di intervento, per le quali devono essere coinvolte le popolazioni stremate.

    CONSIDERATO

    · che vi è la necessità di sapere a quale soggetto istituzionale sia demandata la natura e la portata del tipo di interventi risolutori;

    · che siffatti interventi rivestono natura patrimoniale, tributaria e fiscale;

    · che i Governi, Nazionale e Regionale, non possono demandare all’infinito le responsabilità, mentre i cittadini colpiti continuano a rimanere in uno stato di gravissimo disagio nell’attesa di capire e vedere tangibili segni di attenzione e vera solidarietà;

    · che le popolazioni coinvolte reputano indifferibili quelle azioni da parte degli organi preposti, al fine di scongiurare la ripetizione di eventi simili e ancora più dannosi;

    i sottoscrittori del presente documento

    CHIEDONO

    a) risposte immediate sulla natura degli interventi che Stato e Regione Siciliana, ciascuno nell’ambito delle proprie competenze, stanno programmando con particolare riguardo all’emergenza casa per le famiglie rimaste senza un tetto;

    b) che siano informati tutti i cittadini in ordine alle modalità da osservare in merito alla sospensione di tutti gli adempimenti fiscali e tributari aventi scadenza successiva al 22 novembre 2011, l’eventuale disapplicazione per gli anni 2011 e 2012 degli studi di settore e degli accertamenti basati sul redditometro, nonché l’esclusione dall’IRAP;

    c) che si costituisca immediatamente un tavolo tecnico fra gli enti preposti per stabilire un cronoprogramma con le priorità strutturali ed infrastrutturali da ripristinare nell’ottica di un maggiore impegno nella cura e per la tutela del territorio e dell’ambiente.

    I sottoscrittori del presente documento inoltre

    AVANZANO FORMALE APPELLO

    al Governo Nazionale e al Governo Regionale, ciascuno nell’ambito delle proprie competenze, di attivarsi immediatamente a dare luogo e soddisfazioni alle presenti richieste.

    Qualora non si dovesse ricevere alcun riscontro positivo, entro il 31/1/2012, alla presente istanza,

    DICHIARANO

    sin d’ora di azionare ogni forma di protesta finalizzata al riconoscimento dei diritti sacrosanti per la ricostruzione di una ordinaria vita civile.

    SOTTOSCRITTORI DOCUMENTO PRO ALLUVIONATI DEL MESSINESE:

    CITTADINI E CITTADINE DELLA PROVINCIA DI MESSINA

    PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA

    COMUNE DI ANTILLO

    COMUNE DI BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    COMUNE DI CASTROREALE

    COMUNE DI CONDRO’

    COMUNE DI FONDACHELLI FANTINA

    COMUNE DI GUALTIERI SICAMINO’

    COMUNE DI MERI’

    COMUNE DI MESSINA

    COMUNE DI MILAZZO

    COMUNE DI MONFORTE SAN GIORGIO

    COMUNE DI PACE DEL MELA

    COMUNE DI ROCCA VALDINA

    COMUNE DI RODI’ MILICI

    COMUNE DI ROMETTA

    COMUNE DI SAN FILIPPO DEL MELA

    COMUNE DI SAN PIER NICETO

    COMUNE DI SANTA LUCIA DEL MELA

    COMUNE DI SAPONARA

    COMUNE DI SPADAFORA

    COMUNE DI TERME VIGLIATORE

    COMUNE DI TORREGROTTA

    COMUNE DI VALDINA

    COMUNE DI VENETICO

    COMUNE DI  VILLAFRANCA TIRRENA

    COMITATO 22.11.11, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    COMITATO 22 NOVEMBRE 2011, SAPONARA

    COMITATO VIVIAMO BARCELLONA

    COMITATO PRO S. ANDREA, ROMETTA

    COMITATO FEMMINAMORTA, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ASSOCIAZIONE ANTI RACKET “LIBERI TUTTI”, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ORATORIO SALESIANO, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    DIOCESI DI MESSINA

    LEGA DELLE AUTONOMIE LOCALI, PROVINCIA DI MESSINA

    CGIL, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    UIL, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    C.N.A. PROVINCIA DI MESSINA

    FEDERCASA, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    MOVIMENTO CRISTIANO LAVORATORI, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO AVULSS, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    BASKET BARCELLONA

    CONSORZIO LONGANO SHOP, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    COOP. SOC. “DOTT. G. BIONDO”, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    GIOVANE ITALIA, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    MOVIMENTO CITTA’ APERTA, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    GIOVANI COMUNISTI, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    PROGETTO PONTE CALDERA’, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ORDINE DEI COMMERCIALISTI, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ORDINE DEGLI INGEGNERI, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ORDINE DEI FARMACISTI, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ORDINE DEGLI AVVOCATI, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    RETE DEGLI STUDENTI MEDI, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    CONSULTA PROVINCIALE GIOVANILE

    ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ASSOCIAZIONE ROTARY, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ASSOCIAZIONE SCACCO MATTO, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ASSOCIAZIONE LIONS, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ASSOCIAZIONE VILLAFRANCA GIOVANE

    ASSOCIAZIONE MOVIMENTO GIOVANE

    ASSOCIAZIONE CORDA FRATES, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ASSOCIAZIONE FIDAPA, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ASSOCIAZIONE GENIUS LOCI, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ASSOCIAZIONE CIRCOLI DELL’AMBIENTE, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ASSOCIAZIONE INTERACT, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ASSOCIAZIONE GRE, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ASSOCIAZIONE VESPA CLUB, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ASSOCIAZIONE ROTARACT, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ASSOCIAZIONE LA FENICE, BARCELLONA POZZO DI GOTTO

    ASSOCIAZIONE ASMEV, MESSINA

    ASSOCIAZIONE ASLEF, MESSINA