• Home / ARCHIVIO / Catania / Nicolosi: controlli carabinieri, se ristoranti chiusi

    Nicolosi: controlli carabinieri, se ristoranti chiusi

    Sei ristoranti chiusi a Nicolosi, nel catanese. E’ l’esito dei controlli effettuati dai carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro di Catania e dei militari della compagnia di Paternò, in materia di contratti di lavoro e previdenziale. Tre titolari di rinomati locali del paese sono stati denunciati a piede libero per violazioni in materia di sfruttamento di lavoratori adolescenti. Si tratta di P.D., 30enne, R.M., anch’egli 30enne, e C.M., 59enne, tutti di Nicolosi. I carabinieri hanno, infatti, sorpreso nei loro locali dei lavoratori a nero minorenni. Complessivamente sono stati scoperti 22 lavoratori in nero; per ognuno dei quali i titolari sono stati multati con circa 3mila euro che vanno sommati ai 150 euro per ogni giorno di lavoro prestato a nero. Per tutti i sei ristoranti è scattata la sospensione perché il numero dei dipendenti in nero era superiore al 20% rispetto al numero totale. Le contravvenzioni elevate dai militari ammontano a circa 170mila euro; mentre sono di circa 35mila euro i recuperi Inail e Inps. I locali chiusi potranno riaprire solo dopo il pagamento delle sanzioni e, soprattutto, dopo che avranno regolarizzato il rapporto di lavoro con i dipendenti a nero riscontrati. (Apcom)