• Home / ARCHIVIO / Catania / Catania: picchiava la zia per avere la pensione

    Catania: picchiava la zia per avere la pensione

    Picchiava la zia per avere la delega della pensione. Calci, pugni e persino bastonate all’anziana dentro un container della protezione civile nel quale la donna viveva perche’ da oltre un anno la sua casa era inagibile in seguito al terremoto. E’ durato un anno e mezzo il calvario della pensionata di Ragalna: i carabinieri hanno arrestato il nipote Antonio Milazzo 48 anni con precedenti penali per reati contro il patrimonio. Mesi fa la donna disperata si era rivolta ai militari denunciando il nipote: "Mi picchia in tutti i modi, anche con un bastone", diceva mostrando le ferite che il nipote le aveva provocato. "Vuole fatta la delega, vuole gli ottocento euro della mia pensione, ma io come faccio", ripeteva tra le lacrime. Le indagini dei carabinieri hanno ricostruito le violenze subite da oltre un anno dalla settantenne. Milazzo chiedeva sempre di piu’. Prima un po’ di soldi, alla fine la pensione che doveva ritirare lui stesso con tanto di delega. Nei confronti di Milazzo il gip ha firmato un ordine di custodia cautelare in carcere ipotizzando i reati di lesioni gravissime, tentata estorsione e danni alle cose di pubblica utilita’, avendo danneggiato il container della protezione civile. (AGI)