• Home / Sport / Reggina / La Reggina, Rivas e la scadenza vincolante fino a un certo punto

    La Reggina, Rivas e la scadenza vincolante fino a un certo punto

    La notizia del mancato rinnovo di Rigoberto Rivas da parte della Reggina ha avuto un’eco forse più importante di quella che avrebbe meritato.

    Gli amaranto hanno solo rinunciato al diritto di acquistare il calciatore honduregno per 1,5 milioni di euro.  Cifra che sarebbe stata plausibile solo se l’Inter avesse manifestato l’intenzione di esercitare il diritto di contro-riscatto a 1,5 milioni più qualcosa.    Operazione che avrebbe garantito una plusvalenza da qualche centinaia di migliaia di euro.

    Non serve essere strateghi di calciomercato per capire che, al momento, quella valutazione per Rivas  in B non la darebbe quasi nessuno.

    Questo non vieterà a Reggina ed Inter di immaginare una nuova formula per la prosecuzione dell’esperienza dell’honduregno in riva allo Stretto.

    Restano in piedi i discorsi relativi ad un possibile trasferimento a titolo definitivo in amaranto, basato su formule che tutelino  i nerazzurri  in caso di esplosione del calciatore.   Nel calcio recentemente si sono avute tante operazioni simili basati sul diritto di riacquisto  o su percentuali per la futura rivendita.

    C’è solo un rovescio della medaglia e riguarda la possibilità che adesso possano bussare al club nerazzurro anche altri club.