• Home / Sport / Reggina / Reggina, Aglietti: “Io e la mia famiglia legatissimi a Reggio, dei reggini mi manca l’affetto”

    Reggina, Aglietti: “Io e la mia famiglia legatissimi a Reggio, dei reggini mi manca l’affetto”

    Venticinque anni sono davvero tanti.  Non sono stati, però, sufficienti a mettere in discussione il fortissimo legame tra Alfredo Aglietti e la Reggina.   L’ex bomber amaranto, ad ogni intervista, non perde occasione di ricordare quanto il suo passato sullo Stretto abbia rappresentato qualcosa di eccezionale.

    Lo scorso marzo dichiarava: “Io e la mia famiglia – saremo sempre legatissimi a Reggio. Adesso pensiamo al presente, ma non nego che in futuro, poter allenare la Reggina sarebbe bellissimo”.

    Era un periodo in cui tutti immaginavano che la Reggina avrebbe ancora avuto Marco Baroni in panchina e mai che il momento agognato dal gigante di San Giovanni Valdarno potesse essere vicino ad arrivare così presto.

    Si attende una fumata bianca che sarebbe una liberazione anche e soprattutto per l’allenatore.

    Nell’ottobre del 2019, invece,  era andato ancora più nello specifico. ”Dei reggini – aveva dichiarato nell‘ottobre del 2019  mi manca l’affetto che mi hanno sempre dimostrato. La più grande dimostrazione d’affetto l’ho avuta è quando sono tornato con il Verona ed ho fatto doppietta. Mi manca il sole ed il mare, sono stati i due anni più belli come calciatore e come vita.  Eravamo sempre insieme con tutta la squadra e con le mogli. Certe cose te le porti dietro. Anche quando sono tornato da allenatore ho ricevuto applausi, saluti e qualcosa che va al di là del calcio”.

    Se le ragioni del cuore saranno compatibili con quelle del professionista e della testa, il cerchio potrà essere chiuso.