• Home / Sport / Reggina / Reggina: si parla di calcio e di strategie

    Reggina: si parla di calcio e di strategie

    Messo alle spalle l’incubo fallimento, la Reggina si tuffa nella programmazione del nuovo campionato di Serie B.  L’idea è quella di continuare con Roberto Stellone. Salvo sorprese l’incontro tra il direttore sportivo Massimo Taibi e l’allenatore servirà soltanto a ratificare accordi già presi prima che il terremoto di maggio colpisse l’ambiente amaranto.

    L’allenatore romano è pronto ad abbracciare il progetto amaranto. L’idea è quella di conservare buona parte dello zoccolo duro della passata stagione. Questo dipende essenzialmente da due aspetti: non ci sono più i tempi per una rivoluzione e soprattutto molti dei tesserati hanno dato dimostrazione di attaccamento abbassandosi lo stipendio.

    Chiarito con chi si proseguirà, diventerà il momento di andare a rintracciare un gruppo di under forti.    Il sogno sarebbe, ovviamente, tenere i vari Turati, Cortinovis e Amione, ma la strada è in salita.

    La Reggina di Saladini non farà follie, ma non vuole essere l’ultima arrivata. Si cercheranno calciatorti da valorizzare in Serie C, ma si prenderanno anche occasioni derivanti da calciatori di categoria e ovviamente arriveranno anche elementi dalle big di Serie A.

    Taibi e Stellone sono già d’accordo.