• Home / Primo piano / Reggina, Versace: “Aspettiamo le prime scelte della dottoressa Perna”

    Reggina, Versace: “Aspettiamo le prime scelte della dottoressa Perna”

    “Bisogna dare un messaggio di tranquillità a chi vuole avvicinarsi alla società e favorire colloqui che possano tranquillizzare quello che è il futuro della Reggina. Sarà indicato un  un amministratore unico che deve gestire quella che sarà una fase straordinaria”.

    Così il sindaco metropolitano  facente funzione di Reggio Calabria Carmelo Versace ha espresso la vicinanza istituzionale alla situazione che sta interessando la Reggina, dopo i problemi giudiziari che hanno interessato Luca Gallo. Lo ha fatto intervenendo su Radio Antenna Febea.

    “Ci sono  – ha precisato Versace – due scadenze importanti: una è intorno a metà maggio, l’altra a fine maggio. Queste due intermedie sono scadenze dove vanno formalizzati alcuni atti per dar contezza di quello che è stato fatto. L’avvocatessa Perna, quando l’ho ascoltata nel nostro colloquio di venerdì, mi ha assicurato che già in questa settimana ci saremmo visti de visu a Reggio Calabria“.

    “Da quelle che sono state le parole che l’avvocatessa mi ha riferito  – ha chiarito –  non credo e mi auguro di trovare una situazione particolarmente disastrosa. Dovrebbe essere stato quantomeno rateizzato quello che si poteva fare. L’avvocatessa Perna vuole capire la situazione. Si è messa subito a disposizione per trovare soluzioni.”

    “Dobbiamo – ha proseguito –  garantire che il club si possa iscrivere al campionato onorando le prossime scadenze. In questo arco di tempo va ragionato quello che sarà il futuro. Ma su questo sarà importante la scelta dell’amministratore unico. Stiamo provando a dare garanzie istituzionali e seguire la vicenda come è giusto che sia, ma anche un po’ di apprensione a chi da lontano deve gestire questa situazione

    La Città Metropolitana con la Reggina di Luca Gallo aveva firmato un protocollo per la concessione a lungo termine del Sant’Agata dopo evidenza pubblica..  ” Tutto quello che è stato fatto – ha spiegato Versace –  tra la Reggina e l’amministrazione metropolitana è sempre stata regolarizzata. Nel periodo successivo alla firma del protocollo per la cessione del Sant’Agata se si è accumulato qualche ritardo è per le scadenze che c’erano da una parte o dall’altra. Non posso dire che la questione contabile non fosse a posto”.