• Home / Sport / Reggina / Reggina, Lombardi: “Impressionato da Amione, nelle ultime giornate in campo anche per il futuro”

    Reggina, Lombardi: “Impressionato da Amione, nelle ultime giornate in campo anche per il futuro”

    “Hanno trovato il 2-0 nel momento in cui stavano soffrendo di più. Non siamo riusciti a finalizzare. Il mio colpo di testa, anche se l’ho presa di faccia, poteva cambiare le cose e l’inerzia della partita. Ci avrei tenuto a far gol contro il Benevento, ma non è andata così e va bene uguale”.

    Non nasconde il rammarico  Cristiano Lombardi ai microfoni di Reggina Tv per il mancato gol con il Benevento. Le speranze play off per la Reggina sono ridotte al lumicino, ma non c’è il rischio che la Reggina arrivi ai prossimi impegni di campionato scarica.

    “Ognun di noi – ha spiegato l’ex Lazio –  tiene a far bene per bene per se stesso e una squadra, di conseguenza, ne giova comunque. Chiunque di noi vuole fare una buona prestazione in più che ti permetteranno di avere un futuro, con la Reggina o no qualsiasi cosa succeda,  migliore di quello che ti darebbero cinque giornate  giocate male. “.

    E sul prossimo impegno: “Dovremo fare una partita maschia, perché loro vogliono tornare a fare punti. Vogliono andare ai play off e noi dovremo cercare di sfruttare la nostra serenità. non avendo più la palla che scotta. Al fischio finale tireremo le somme”.

    “Si è creato – ha ammesso l’esterno –  un bel gruppo. C’è serenità. è una situazione semplice per noi. Qui si sta bene. Sono stato positivamente colpito, perché abito in centro e le passeggiate sono molto belle con lungomare e corso. Poi c’è il centro sportivo e non tutte le squadre lo hanno ed è un qualcosa in più che ci aiuta a lavorare nel modo giusto”.

    E sul futuro: “Sono grato alla Reggina, perché sto iniziando a sentirmi bene fisicamente dopo gli infortuni. Più crescerà la condizione fisica e più troverò prestazioni importanti. Per il giocatore che sono la condizione fisica conta il 90%. Restare? Ho fatto cinque partite fino ad ora per  i problemi che ho avuto e ora sono concentrato sul campo”.

    Suoi compagni belle parole soprattutto per due: “Sono rimasto impressionato tantissimo da Amione. Non lo conoscevo, ha un futuro roseo perché potenzialmente è clamoroso. Anche per la personalità che ha. Già conoscevo Folorunsho dalle giovanili della Lazio e aveva visto il campionato dell’anno scorso. In questa categoria può diventare fondamentale, ma gli auguro di poter fare il salto”.