• Home / Sport / Reggina / Reggina, i concetti espressi sul futuro da De Lillo

    Reggina, i concetti espressi sul futuro da De Lillo

    Il general manager della Reggina Fabio De Lillo è intervenuto ai microfoni dei canali ufficiali e rispondendo alle domande di giornalisti e tifosi ha fornito il suo punto di vista su diverse situazioni. In base a quelle che sono state le risposte si può determinare quella che è la visione societaria della situazione, in attesa di capire come andranno i prossimi fatti.

    Problemi Economici

    De Lillo ha fatto capire che il mancato rispetto della scadenza è frutto  dei problemi avuti dal presidente Gallo che, seppur con grande sacrificio, avrebbe trovato il modo di saldare le pendenze.

    Rateizzazione

    La società si è mossa per ottenere la rateizzazione delle pendenze fiscali e questo convertirebbe il debito in una spalmatura che darebbe vigore alla società e non le difficoltà che avrebbe nel dover sostenere immediatamente tutto il costo. Con l’Ok degli enti debitori, la Reggina avrebbe anche quello della Covisoc.

    Iscrizione

    De Lillo ha lasciato intendere che non ci sarà alcun problema per l’iscrizione e che si sta già lavorando per il prossimo anno a livello tecnico.

    Rovesciamento degli orizzonti

    A dicembre dalla società emergeva che non ci sarebbero stati mai problemi o possibilità di penalizzazioni. Il general manager ha spiegato che i problemi sono nati dal fatto che, in tempi brevi, si sia deciso di richiedere alle società tutto il pregresso in fatto di scadenze fiscali che erano state posticipate in ragione dell’emergenza Covid.

    Futuro tecnico

    La società punterà sui giovani, ma senza prestiti secchi. L’obiettivo è avere cartellini di proprietà, diritti di riscatto o possibilità di valorizzare il patrimonio tecnico. De Lillo ha fatto intendere che questa politica non corrisponderà ad un ridimensionamento dei costi. Allo stesso modo i giocatori più importanti dello zoccolo duro resteranno.

    Scenari futuri

    Il futuro della  Reggina, secondo il gm, non ha criticità, poiché gradualmente anche le attività del presidente  Gallo stanno gradualmente ritrovando floridità.