• Home / Sport / Calcio / Catanzaro di rabbia, giallorossi corsari a Messina

    Catanzaro di rabbia, giallorossi corsari a Messina

    di Vittorio Pio – Confortante successo di gruppo per il Catanzaro, che passa al “Franco Scoglio” di Messina, con una rabbiosa prova di carattere che gli permette di salvaguardare il prezioso secondo posto in graduatoria. 3-2 ai danni di un Messina che ormai appare condannato ai play-out. Una girandola di errori e gol quindi con i
    peloritani avanti al 16′: Trasciani di testa per Statella, che trova l’inserimento in transizione di Fofana, in sospetta posizione di off-side.

    L’arbitro lascia correre e tiro angolato che batte Nocchi. Le aquile pareggiano al 36′, quando uno scatenato Vandeputte, nettamente il migliore dei giallorossi calabresi in questo ultimo scorcio di campionato, pennella da sinistra,per l’accorrente Iemmello che di testa trova spazio e rompe il ghiaccio per I colori del suo cuore: è l’1-1.
    La ripresa si apre al 4′ col Catanzaro che va in gol: ancora Vandeputte la mette in mezzo in girata, Carlini che nel primo tempo aveva divorato una clamorosa occasione, trova il tempo di testa trova per battere Lewandowski scheggiando il palo. La gara sembra oramai indirizzata a favore degli ospiti, quando il Messina trova il nuovo pari: cross di Russo, sforbiciata di Piovaccari e rimpallo vincente da pochi passi di Adorante per il 2-2 a sette minuti dalla fine. Il Catanzaro però ci crede e trova il nuovo sorpasso al 43′ con un bel dialogo fra Bombagi, che sfrutta l’incertezza di Goncalves per servire Biasci che infila un frastornato Lewandowski in uscita. Festa grande per il manipolo di tifosi al seguito del Catanzaro, che pone la sua autorevole candidatura per la piazza d’onore in classifica che concederebbe agli uomini di Vivarini il vantaggio del fattore campo in chiave playout.