• Home / Sport / Reggina / Reggina, tre nomi per innalzare il ritmo

    Reggina, tre nomi per innalzare il ritmo

    Che la Reggina potesse non essere una squadra che potesse fare della capacità di sprint un punto di forza era noto sin dall’inizio.

    Tuttavia, ci sono state gare dove la squadra schierata di Aglietti ha dato l’idea di pagare troppo dazio al maggiore brio degli avversari. È accaduto, ad esempio, contro la Cremonese, con il Cittadella, con il Frosinone.   Gare in cui l’intensità degli avversari ha creato qualche grattacapo, se si considera che nella gara contro il Cittadella sono venuti a mancare anche solidità difensiva e lucidità nella gestione della palla la frittata diventa evidente.

    La Reggina ha, però, uomini che possono incrementare la velocità media dell’undici titolare. Deve recuperarli. Uno è Gianluca Di Chiara ed a  Benevento sarà nuovamente a disposizione di Alfredo Aglietti dopo aver scontato il turno di squalifica.  La sua assenza si è sentita tanto.

    Dall’altro lato potrebbe dare un aiuto significativo il recupero definito di Adjapong.   Il terzino destro ha caratteristiche molto simili all’omologo palermitano e più di Lakicevic e Loiacono può diventare un giocare in grado di assicurare dinamicità ed elasticità nel trasformare l’azione da difensiva in offensiva.

    E poi c’è Rivas.  L’undici ideale della Reggina prevede l’honduregno al top, con Bellomo dall’altro lato che assicurerebbe anche invertibilità con caratteristiche diverse.  Il miglior Rivas manca da ormai diverse partite, ma è lui il terzo nome che può aiutare  a migliorare il livello della squadra.