• Home / In evidenza / Reggina, Gallo: “Voci negative sul club? Su che basi mi si fanno queste domande?

    Reggina, Gallo: “Voci negative sul club? Su che basi mi si fanno queste domande?

    Il presidente Luca Gallo è stato ospite della trasmissione Buongiorno Reggina in onda su Reggina Tv.  Tanti i punti toccati

    Fiducia nella Reggina di Aglietti

    “Da tifoso sono pienamente convinto che Aglietti riuscirà a tirare su la squadra da una situazione isolata e temporanea. Può accadere che si arrivi a due sconfitte consecutive. Il Pisa, ad esempio, dopo la vittoria con la Reggina nelle altre partite ha fatto fatica. Questo è un campionato molto difficile e molto equilibrato. Non ci sarà una squadra che ammazzerà il campionato. Tutte quante avranno dei momenti buoni e meno  buoni. La differenza la farà la squadra che riuscirà a gestire i momenti meno buoni. Aglietti ha più esperienza di tutti e mi fido totalmente di lui. Ho parlato con la squadra e l’allenatore, mi hanno assicurato questo”.

    Ricci, Laribi ed il mercato di gennaio

    “Sono due calciatori che hanno un passato importante. Si sono ottimamente integrati nel gruppo. Sono due calciatori che  tecnicamente hanno qualità importanti. Il loro rendimento può dipendere da tante cose, ma il campionato è lungo e presumo che potranno essere di grande aiuto per il prosieguo. A gennaio si tireranno comunque le somme, si vedrà quali calciatori avranno rese di meno e si valuterà cosa fare sulla rosa. Si andranno a vedere le zone del campo, quelle che sono le problematiche che ci sono state. Anche l’anno scorso abbiamo fatto una campagna di gennaio che ci ha permesso di fare un buon girone di ritorno, ma quest’anno la situazione è diversa perché questo gruppo sta facendo bene,”

    Il rinnovo di Taibi

    “Taibi ha appena rinnovato, resterà ancora a lungo nella Reggina”,

     

    La situazione del Granillo

    “Precedentemente al Covid l’acquisto del Granillo era imminente. C’era un progetto, la società che lo aveva fatto. C’è stato un rallentamento, però potrebbe non passare troppo tempo perché questo sogno diventi realtà. Serve pazienza, la situazione a livello internazionale è quella che è. Ad occhio e croce, quello che ho promesso di fare da quando ho preso la Reggina è stato fatto”.

    Voci negative sul club,  problemi su stipendi, cessione su società

    “Da quando io ho preso la Reggina non è mai accaduto che la Reggina abbia avuto dei punti di penalizzazione. Vinsi un ricorso su otto punti di penalizzazione che vennero trasformati in cinque per situazioni che non appartenevano alla mia gestione. Per arrivare ai play off  pagai le spese legali di tasca mia.  Da quel momento, parlo di dati di fatto e non di chiacchiere, sfido chiunque a dire che la Reggina abbia preso un punto di penalizzazione. Posso assicurare che questo non avverrà e non capisco perché dovrebbe accadere adesso. Non capisco su che basi mi venga posta questa domanda.  Perché, inoltre,  dovrei cedere la società dopo aver investito tanti milioni di tasca mia? Se io investo di tasca mia, cash,  senza aiuti bancari, prendo un centro sportivo che chiamarlo fatiscente era un eufemismo e lo faccio diventare qualcosa di straordinario, perché dovrei farlo?.  Ho aperto due store.  Dicono che ho preso un pullman di seconda mano, scusate. Mi dispiace di questo.”.