• Home / SOCIAL / Infrastrutture da terzo mondo al Sud, in arrivo altra pioggia di soldi a Nord

    Infrastrutture da terzo mondo al Sud, in arrivo altra pioggia di soldi a Nord

    Un miliardo di euro. Dal governo arriva un’altra pioggia di denaro per le infrastrutture del Nord.

    L’investimento annunciato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti arriva in funziona delle Olimpiadi invernali di Milano e Cortina, prevista per il 2026.

    Il provvedimento è stato annunciato dal sito ufficiale del dicastero. In pompa magna è stata messa in rilievo la firma da parte del Ministro dei Trasporti Paola De Micheli.

    Si tratta di opere stradali e ferroviarie finanziate nella Legge di Bilancio 2020 che daranno un sensibile salto di qualità alla dotazione infrastrutturali di territori inseriti all’interno delle Regioni Lombardia e Veneto, nonchè delle province autonome di Trento e Bolzano.

    Nel complesso saranno investiti 473 milioni euro per la Lombardia, 325 milioni per il Veneto, 82 milioni per la Provincia Autonoma di Bolzano e 120 milioni per la Provincia Autonoma di Trento.

    L’impegno è quello di concludere i lavori entro l’inizio delle Olimpiadi.

    Opere sicuramente importanti e funzionali allo sviluppo del Paese. Un investimento che, però, stona con infrastrutture e trasporti da terzo mondo che, in molti, contraddistinguono il Sud e ne hanno pregiudicato, da sempre, uno sviluppo economico considerevole.