• Home / SOCIAL / Riparti Reggio, le proposte di due giovani reggini all’amministrazione comunale

    Riparti Reggio, le proposte di due giovani reggini all’amministrazione comunale

    Riceviamo e pubblichiamo:

    #RipartiReggio

    In questi giorni di riflessione e costante preoccupazione sia sul fronte familiare che su quello della collettività, un gesto di coraggioso incitamento è rivolto a coloro che hanno avuto la determinazione di ricominciare, riaprendo la propria attività commerciale o imprenditoriale, contribuendo al risveglio delle forze attive e propositive della città. L’auspicio è che non rimangano soli.

    L’intento, nel nostro piccolo, è rivolto ad avanzare proposte con la massima apertura possibile e con profondo spirito di collaborazione, all’Amministrazione comunale che con riconosciuto sforzo sta cercando di gestire la fase più critica che ha investito la Città dal secondo dopoguerra.

    Auspichiamo dunque che l’attuale Amministrazione comunale stili delle precise e lungimiranti linee programmatiche orientate ad una più rapida e costante ripresa economica e sociale affinché si ingeneri nella società reggina un rinnovato entusiasmo ed un chiaro orizzonte di speranza.

    Proprio perché il fine è comune ed ogni cittadino ha il dovere morale di contribuire con i mezzi a propria disposizione, proviamo a fornire, a carattere esemplificativo e non esaustivo, delle idee di buon senso e di facile realizzazione che, siamo certi, possono contribuire alla rinascita supportando la comunità reggina in termini economici, occupazionali e sociali:

    • Esenzione del 21% della TARI per tutte le attività rimaste paralizzate in questi mesi (corrispondente alla percentuale dei giorni lavorativi venuti meno). Si tratta di un provvedimento da circa 3 mln di euro*, possibile ai sensi dell’art.29 comma 1 del regolamento della TARI che sancisce: “il consiglio comunale può decidere ulteriori riduzioni ed esenzioni, ad esempio […] ovvero per altri casi da dettagliare adeguatamente e modulare precisamente”.

    • Esenzione totale dall’ICP fino al 31 dicembre 2020, si tratta di un provvedimento da circa 450 mila euro *. Ciò rappresenterebbe un ottimo incentivo per il rilancio delle varie attività.

    • Estensione dell’esenzione della TOSAP a tutte le attività fino al 31 dicembre 2020. Si tratta di un provvedimento da circa 900 mila euro*.

    Si auspica inoltre, in vista della stagione estiva, la messa in atto di tutte le azioni necessarie per la riqualificazione dell’area balneare sottostante il lungomare Italo Falcomatà, con la messa in funzione a pieno regime dei depuratori comunali.

    Ad ogni buon fine, potrebbe essere opportuno per l’Amministrazione comunale, il confronto costante con gli operatori economici reggini, anche attraverso modalità telematiche, nello specifico si propone un sondaggio online, per conoscere le priorità dei settori, le sopravvenute necessità e cogliere gli aspetti propositivi.

    Nella speranza che le nostre proposte possano contribuire ad agevolare i decisori pubblici, attendiamo fiduciosi la formalizzazione di un programma ben definito da parte dell’Amministrazione comunale proponendoci sin da ora, laddove ritenuto utile, come interlocutori per formulare con maggiore dettaglio le nostre proposte.

    Cordialmente,

    Bernardino Cordova e Riccardo Latella

    *dati provenienti dal rendiconto 2018\2019 del bilancio comunale.