• Home / In evidenza / Fratelli calabresi scomparsi in Sardegna, sequestrata l’auto del vicino di casa

    Fratelli calabresi scomparsi in Sardegna, sequestrata l’auto del vicino di casa

    Proseguono serrate le indagini dei carabinieri sulla scomparsa dei due fratelli calabresi, originari del Vibonese, Massimiliano e Davide Mirabello, di 35 e 40 anni, da qualche tempo residenti a Dolianova (Cagliari), usciti di casa domenica 9 febbraio senza fare piu’ ritorno.

    Nell’ambito dell’inchiesta della Procura che ha aperto un fascicolo per duplice omicidio, i militari dell’Arma hanno sequestrato l’auto di un allevatore vicino di casa dei due fratelli, con il quale nei mesi scorsi ci sarebbero stati attriti e dissapori. Nelle prossime ore saranno eseguiti tutti gli accertamenti sulla vettura. Sabato scorso la prima svolta nelle indagini con la conferma che appartengono ai due scomparsi le tracce di sangue trovate lungo la strada in cui era stata bruciata la Volkswagen Polo a bordo della quale i due si erano allontanati. Intanto questa mattina sono riprese le ricerche che vedono impegnati i militari della Compagnia di Dolianova, i colleghi del Nucleo investigativo del Comando provinciale, i Cacciatori di Sardegna, le unita’ cinofile e molecolari. I carabinieri stanno battendo le campagne attorno al paese, un’area di circa 4-5 chilometri dall’abitazione in cui vivevano i due fratelli. Nella giornata di ieri e’ stato anche utilizzato un elicottero per visionare dall’alto alcune zone particolarmente impervie.