• Home / RUBRICHE / Tribunale del malato / Tribunale del Malato: lotta al dolore, si apre una nuova strada

    Tribunale del Malato: lotta al dolore, si apre una nuova strada

    tibunaledelmalato
    Nel mese di marzo è stata approvata la legge sulle cure palliative e sulla terapia del dolore (Gazzetta Ufficiale n.38 del 15 marzo 2010), che prevede numerose innovazioni allo scopo di alleviare le sofferenze e migliorare la qualità di vita di chi,

    per diversi motivi, viene colpito dal dolore. Sono definite “cure palliative” l’insieme degli interventi per il benessere dei malati terminali, per i quali non servono più cure ai fini della guarigione. Le “terapie del dolore” sono invece applicate alle “forme morbose croniche” e servono al controllo del dolore.

     

    La normativa garantisce e tutela l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore da parte del malato nell’ambito dei livelli essenziali di assistenza.  Le strutture sanitarie che offrono questo servizio devono assicurare un programma di cura individuale per il malato, nel rispetto della sua dignità e autonomia e devono tutelare e promuovere la qualità della vita in ogni fase della malattia, in particolare in quella terminale, ed assicurare un adeguato sostegno sanitario e socio-assistenziale.

    La legge semplifica le procedure di accesso  ai medicinali contro il dolore. Sarà consentito ai medici del Servizio Sanitario Nazionale la prescrizione di questi farmaci utilizzando il semplice ricettario del SSN e non ricettari speciali.

    All’interno della cartella clinica del paziente devono essere riportare le caratteristiche del dolore rilevato e la sua evoluzione durante il ricovero, i farmaci utilizzati, il relativo dosaggio e il risultato conseguito.

    Il Ministero della Salute promuove l’attivazione e l’integrazione di due reti nazionali della terapia del dolore e delle cure palliative, per garantire ai pazienti risposte assistenziali su base regionale e in modo uniforme su tutto il territorio nazionale.

    Verranno designati dei particolari percorsi formativi per il personale medico e sanitario su cure palliative e terapia del dolore. In sede di Conferenza Stato-Regioni verranno individuate  le figure professionali con specifiche competenze ed esperienza in questo campo. È prevista inoltre l’istituzione di master e percorsi universitari.

    Sta ora alle Regioni recepire la legge per renderla applicabile.

    Il  2 e 3 luglio a Firenze si è svolto “Impact 2010”, un workshop multidisciplinare al quale il Tribunale per il Diritti del Malato ha partecipato  in maniera attiva. Si tratta di un incontro per valutare con quali progetti la Società Scientifiche possono dare seguito alle disposizioni legislative, ed aiutare in tal senso le future delibere regionali.