• Home / RUBRICHE / Storie / Asp Reggio: no money no party; l'Hospice vuole i soldi per andare avanti? Diventi consulente!

    Asp Reggio: no money no party; l'Hospice vuole i soldi per andare avanti? Diventi consulente!

    asp_insegna

                            da www.sanitacalabria.it 

    In principio erano tre. Nominati dal Governo Prodi a debellare il male mafioso che opprime gli uffici, le stanze, le scale, forse anche gli ascensori ed i muri di Palazzo Tibi. Vengono inviati a Reggio Calabria in tre. Salvatore Carli e Claudio Ranucci guidati dal neo Prefetto Massimo Cetola. Generale dell’Arma dei Carabinieri al quale vengono conferiti poteri straordinari.

    Qualcosa non va da subito. Ranucci a Reggio non ci

    arriverà mai. E Salvatore Carli, proprio mentre cominciava a ficcare il naso proprio lì dove c’era bisogno che un esperto di accessi come lui facesse, rassegna le dimissioni. "Motivi familiari" – dirà Cetola ed ufficialmente anche lui. Ma potrebbero essere state ragioni, per così dire, "ambientali" ad averne indotto la partenza da Reggio.

    Cetola arriva in un momento difficile. Difficile perchè è impossibile imprimere la svolta ad un apparato al quale si mozza la testa tre volte in meno di un anno.

    Ma l’Azienda Sanitaria versa in crisi finanziaria. Mancano i soldi per pagare i farmacisti. Mancano i soldi per pagare le case di cura. Non si trova il becco di un quattrino per l’hospice. La struttura per malati terminali che la città percepisce come un bene prezioso ed essenziale tanto da avere raccolto 10.000 firme in pochissime ore perchè si scongiuri il rischio di chiusura. A regime la struttura, che assiste 10 persone al suo interno ed altre 40 con servizio domiciliare, ha bisogno di circa 1 milione e mezzo di euro. Senza alcun "profitto" ma solo il necessario per pagare medici e forniture.

    Invece sembra che la commissione Cetola paghi – e puntualmente – alcune consulenze semestrali più dell’intero emolumento annuale di un Direttore Generale. Ed il rischio che si trasformi in un carrozzone che presto si paralizzerà.

    Trasparenza. Quanto costa la commissione? Quanto costano le consulenze? Quanti sono ed a cosa sono relativi i soldi che mancano e come si farà a recuperarli.

    Giustino Ranieri chiese a tutti i dipendenti l’esibizione del certificato dei carichi pendenti. Qual è il risultato di quel "sondaggio"? Sono stati presi provvedimenti?

    Alcune domande che vorremmo sottoporre al Generale Cetola. Sperando di essere ricevuti.