• Home / RUBRICHE / Storie / Loiero relaziona, il Consiglio è morbido. The show must go on

    Loiero relaziona, il Consiglio è morbido. The show must go on

    consreg28febSeduta delicatissima del Consiglio regionale. Il dibattito politico, una sorta di giro di boa della consiliatura, uno spartiacque tra un passato difficile ed un futuro tutto da scrivere. Una seduta, insomma, che assume contorni decisivi per il futuro non solo della consiliatura, ma, probabilmente, dell'intera regione. Dopo gli interventi dei Presidenti Bova e Loiero si sono succeduti gli interventi in rappresentanza dei singoli gruppi. Interventi che strill ha seguito in diretta e che potrete leggere nei "lanci" pubblicati nella pagina seguente.

     

    Con l'intervento dell'onorevole Magarò si chiudono gli interventi dei capigruppo e con essi si chiude anche la diretta di strill che resta riepilogata qui sotto 

    Ore 21.19 Chiude il suo intervento Magarò: "Non si può perdere altro tempo" 

    Ore 21.06 Interviene l'on. Magarò: "I cittadini calabresi chiedono di allargare la forbice tra 'ndrangheta, politica ed economia, chiedono la cultura del diritto e non quella del favore, chiedono dio utilizzare al meglio i fondi comunitari, chiedono che le politiche delle spesa pubblica siano indirizzate da logiche di sviluppo, chiedono che si affermi il merito e non la clientela, chiedono una sanità di qualità in cui le professionalità emergano indipendentemente dalle spinte della politica" 

    Ore 21.00 Chiude il suo intervento Gentile: "Credo che il bilancio di questi 34 mesi di Giunta del centrosinistra siano stati del tutto contrari alle attese ed alle speranze che i calabresi riponevano su di noi" 

    Ore 20.52 Interviene l'on. Gentile: "L'opposizione non è mai intervenuta nelle vicende giudiziarie. Non abbiamo mai fatto "sciacallaggio" " 

    Ore 20.51 Conclude l'intervento Occhiuto: "Vi lanciamo una sfida. Vorremmo che foste all'altezza di coglierla" 

    Ore 20.47 Occhiuto. "Se ci chiedete di valuravi politcamente vi bocciamo; se, invece, ci chiedete se dobbiamo sciogliere il Consiglio a causa di attività esterne vi diciamo no. Ora, però, vi chiediamo di dirci se intendete veramente aprire o meno una seconda fase" 

    Ore 20.42 interviene l'on. Occhiuto: "Ho apprezzato nei toni la relazione del Presidente Bova, al pari, di quella, accorata, del Presidente Loiero" 

    Ore 20.41 Sarra conclude il suo intervento: "Presidente Loiero, non può accettare un Governo a termine; non a senso, non è logico. Se non si chiude adesso si vada avanti, ma senza scadenza" 

    Ore 20.35 Sarra: "Siamo stufi di sentire 'boatos' di inchieste che riguardano questo o quel politico. Ma queste voci partono sempre dal mondo politico  

    Ore 20.33 Sarra: "Non si deve sciogliere il Consiglio regionale in quanto soggetto, in molti suoi componenti ad indagine. Si deve sciogliere per fallimento politico" 

    Ore 20.30 Dopo essere stato pesantemente chiamato in causa dall'on.Sarra, il Presidente Loiero fa rientro in Aula 

    Ore 20.28 interviene l'on. Sarra: "Ritengo lacunoso l'intervento del Presidente Loiero; lui arriva in aula a chiedere all'Aula se deve continuare nella sua azione di Governo oppure no e si riserva la decisione al termine della discussione dopo avere ascoltato i colleghi. Ebbene, dov'è il presidente Loiero? (a lungo assente n.d.r.)" 

    Ore 20.26 il Presidente Bova bacchetta i colleghi in Aula a causa della loro distrazione ed invita quelli che sono fuori dall'Aula a rientrare. Bova sottolinea che, non essendo prevista votazione, la verifica il numero legale non è possibile 

    Ore 20.23 Tripodi conclude il suo intervento. "Dico no allo scioglimento del Consiglio regionale ma dico anche no alle pressioni per lo scioglimento che arrivano da pezzi della politica nazionale. Dico si, invece, alla possibilità che in Calabria in questa fase che si apre da oggi faccia fino in fondo la propria parte. Non credo che sia stato un fallimento questa consiliatura, anzi per quello che mi riguarda dico esattamente il contrario, soprattutto per quanto riguarda le politiche urbanistiche e di governo del territorio. Mai in 38 anni di vita della Regione Calabria abbiamo avuto una consiliatura così travagliate e proprio per avere lavorato in queste condizioni rivendico con forza cioò che di buono abbiamo fatto. Non intendiamo, come si dice, gettare l'acqua con il bambino" 

    Ore 20.22 Tripodi: "Sarebbe una iattura se passasse il principio che ci troviamo qui per salvaguardare il singolo posto di consigliere regionale" 

    Ore 20.21 Tripodi: "Non saranno i commissariamenti a migliorare la Calabria" 

    Ore 20.16 Tripodi: "Lo scioglimento del Consiglio regionale non può essere fissato ad orlologeria. O si scioglie adesso o si dice che nessuna ipoteca può stare su questo Consiglio" 

    Ore 20.11 interviene l'on. Tripodi: "Apprezzo la scelta di Loiero di non parlare di vicende personali" 

    Ore 20.10: conclude il suo intervento Talarico: "Noi chiediamo di approvare il bilancio e tornare al voto"

    Ore 20.02Talarico: "Se la Giunta Loiero non è riuscito in tre anni a raggiungere gli obiettivi non vedo come possa riuscirci da oggi in poi" 

    Ore 19.57 Prende la parola l'on. Talarico: "Questa non è una seduta normale del Consiglio regionale; tutte le forze politiche devono assumersi la reponsabilità necessaria" 

    Ore 19.56 Tallini conclude: "La Giunta Loiero ha le carte in regola per farcela" 

    Ore 19.45: "Apprezzabile il tono utilizzato dall'opposizione" 

    Ore 19.38: "I problemi della Calabria derivano da decenni di abbandono" 

    Ore 19.33 Prende la parola l'on. Tallini: "Siamo profondamente ed in fiduciosa attesa che l'on. tripodi possa dimostrare in questi giorni ai fatti contestati"

    Ore 19.31 Adamo conclude il suo intervento: "Lavoriamo, lavoriamo, lavoriamo, senza perdere fiducia. uno per uno le vicende giudiziarie si stanno sgonfiando. Vediamo se siamo all'altezza di raccogliere la sfida. a nessuno è consentito di strumentalizzare indagini giudiziarie per delegittimare non il singolo, ma l'Istituzione" 

    Ore 19.30 Adamo. "Vogliamo riprenderci il diritto di fare e di essere valutati per ciò che facciamo" 

    Ore 19.25 Adamo: "Diciamoci la verità; tutti noi non siamo veramente consapevoli della gravità straordinaria del momento che stiamo vivendo" 

    Ore 19.21 Adamo: "Ci siamo presi grosse responsabilità nel comparto sanità, ad esempio. Ma non è pensabile rimediare in un attimo allo sfascio di decenni" 

    Ore 19.14 Adamo: "Movimento dei giovani di Locri è stato soffocato" 

    Ore 19.08 Adamo: "Dal processo Fortugno attendiamo la verità processuale, ma anche la verità sui contesti democratico e politico nei quali è maturato l'omicidio" 

    Ore 18.58 Interviene l'on. Adamo: "Non possiamo far finta che non sia successo niente. Loiero ha chiesto all'Aula di aiutarlo a sciogliere un dilemma. Esplicitamente lo ha fatto, con grande responsabilità" 

    Ore 18.57 conclude Feraudo: "Pieno sostegno alla Giunta Loiero" 

    Ore 18.50 Feraudo: "C'è in Calabria una gogna mediatica alla quale alcuni organi di stampa espongono il mondo politico pubblicando solo tranches di atti giudiziari"

    Ore 18.46 interviene l'on. Feraudo. "Le vicende giudiziarie o, meglio, le iniziative giudiziarie, non hanno risparmiato nessuno degli schieramenti e dei partiti, ma si tratta solo di iniziative giudiziarie" 

    Ore 18.45 Abramo conclude il suo intervento aupsicando che "presto l'Aula, anche oggi disattenta, possa occuparsi di sviluppo e non solo di vicende giudiziarie" 

    Ore 18.38 Abramo. "Ancora non abbiamo visto un piano di sviluppo per questa Regione" 

    Ore 18.36 interviene l'on. Abramo: "Il Presidente Bova ha fatto riferimento a vicende giudiziarie; ma voglio ricordare che su queste vicende l'opposizione non è mai intervenuta" 

    Ore 18.35 Guagliardi conclude: "Dimissioni subito, ma io spero di no, oppure è necessario andare avanti senza ulteriori tentennamenti" 

    Ore 18.24 Guagliardi. "Stiamo sottovalutando ciò che sta accadendo in Calabria. Stiamo sottovalutando la durissima lotta tra poteri forti in atto in Calabria" 

    Ore 18.18 Interviene l'on. Guagliardi: "Questo governo regionale non ha avuto la forza di dirimere alcune questioni al suo interno. Non è colpa di nessuno, si tratta solo di incapavità complessiva" 

    Ore 18.08 Interviene l'on.Galati: "Loiero ha indebolito e deligittimato il Consiglio regionale anticipando i contenuti nel messaggio televisivo. E' stata una sfida lanciata al Consiglio" 

    Ore 18.06 Loiero: "Concludo il mio intervento nella speranza che, dopo la semina, possa anche partecipare al raccolto, ma, comunque, chiunque raccolga l'importante è che il frutto finisca nel granaio dei calabresi" 

    Ore 17.57 Loiero: "Non sono ancora riuscito a sciogliere il dilemma drammatico relativo alla scelta se continuare o no. Se dipendesse solo da me la decisione l'avrei già presa. Non avrei mai pensato all'inizio della consiliatura di dovere confrontarmi coi fantasmi di inchieste continue" 

    Ore 17.55 Loiero: "Vi confesso che ci sono fortissime spinte su scala nazionale, da destra e da sinistra perchè questo Consiglio vada a casa. La permanenza in vita di questo Consiglio fa scandalo. E' come se da noi si concentrasse tutto il male del mondo. La comunità nazionale ha una forma di rigetto per la Calabria" 

    Ore 17.54 Loiero: "Non facciamo diventare un avviso di garanzia una condanna definitiva" 

    Ore 17.51 Loiero: "Da noi non esiste una cultura della garanzia, ma una cultura dell'accusa" 

    Ore 17.50 Loiero: "Se questo Consiglio si scioglierà non so in mano a quali forze oscure finirà la Calabria" 

    Ore 17.45 Loiero: "in questi tre anni più che di sviluppo siamo stati costretti a parlare di interrogatori, omicidi, indagini" 

    Ore 17.43 Loiero: "I media spesso e volentieri vengono qui con obiettivi predeterminati e non stanno nemmeno a sentirci. Abbiamo provato a proporci, ma non ci hanno voluto nemmeno ascoltare. Ed anche i media locali hanno le loro responsabilità perchè non si sono ribellati di fronte agli attacchi al loro territorio" 

    Ore 17.42 Loiero: "A me i media non perdonano niente. Ricordate quando qualche giornale nazionale fece passare l'idea, ripresa dalla stampa locale, che i giornalisti assunti dal mio staff fossero quindici, ed invece sono cinque. Lo stesso discorso vale consulenze" 

    Ore 17.40 Loiero: "C'è una forte resistenza al cambiamento in Calabria, c'è una parte della classe burocratica che tende a non trasferire le conoscenze" 

    Ore 17.36 Loiero: "Sparare sulla Calabria è la cosa più facile ma anche più vile. Nella considerazione generale – e vedo tra i banchi della stampa anche rappresentanti di testate nazionali – della Calabria non si salva nessuno. Personalmente provo un senso di rigetto verso questa generalizzazione di massa. Pensavo che sarebbe cambiata l'immagine della Calabria, ma mi rendo compo che non è facile, troppo forti sono certe incrostazioni. Troppo granitica ed inamovibile è buona parte della burocrazia"

    Ore 17.32 Prende la parola il Presidente della Regiona Calabria, Agazio Loiero: "Avevo sognato a lungo di fare il Presidente della Regione, ma se mi avessero detto che sarebbe accaduto tutto ciò che è accaduto li avrei presi per pazzi"

    Ore 17.30 Il Presidente Bova conclude il suo intervento con "l'auspicio che l'Assemblea sappia affrontare questo difficile momento" 

    Ore 17.22: Primo intervento del Presidente Bova: "Le indagini devono andare avanti senza riguardo per il cosiddetto potere politico, ma un errore giudiziario come quello che ha visto coinvolto Franco Pacenza è già troppo pesante. Ai media chiediamo informazione libera e veritiera. Singole vicende giudiziarie che non si riferiscono in alcun modo a leggi o atti assunti in questa legislatura non possono divenire fonte di continua delegittimazione dell'intera Istituzione regionale"