• Home / RUBRICHE / Storie / Prodi ai tedeschi: “I Siciliani combattono la mafia, i Calabresi no”

    Prodi ai tedeschi: “I Siciliani combattono la mafia, i Calabresi no”

    prodiL'Italia ha registrato ''enormi successi nella lotta a Cosa Nostra in Sicilia'', per combattere la 'ndrangheta anche i cittadini della Calabria devono ''ribellarsi'', come hanno cominciato a fare gli abitanti della Sicilia nei confronti di Cosa Nostra. Lo ha detto il presidente del Consiglio Romano Prodi, in un'intervista rilasciata il 15 novembre al quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung (Sz), che verra' pubblicata domani in occasione del vertice italo-tedesco in Germania. Rispondendo a una domanda del corrispondente della Sz sui problemi della criminalita' organizzata e della


    mafia in Italia, Prodi ha detto: ''Abbiamo enormi successi nella lotta a Cosa Nostra in Sicilia. Con gli arresti l'abbiamo decapitata piu' volte''. Lo Stato, ha aggiunto, ''combatte anche la 'ndrangheta. Il problema e' comunque che essa e' composta da famiglie chiuse, in cui lo Stato difficilmente riesce a penetrare''. Prodi ha quindi ricordato gli omicidi dello scorso agosto a Duisburg, in Germania, sottolineando che ''mostrano quanto si sia espansa la 'ndrangheta''. La 'ndrangheta ''ha radici in Calabria, ma i suoi rami raggiungono molti Paesi – ha sottolineato – Speriamo che i cittadini della Calabria si ribellino nello stesso modo contro la criminalita' organizzata come hanno iniziato a farlo i siciliani. Lo Stato, infatti, vince se reagisce anche la societa'. La mafia si rinnova sempre se non ne viene estinta la cultura''.(ANSA).