• Home / RUBRICHE / Storie / Relazione ispettori: “De Magistris cerca la ribalta”

    Relazione ispettori: “De Magistris cerca la ribalta”

    tribunaleIl sostituto procuratore di Catanzaro Luigi De Magistris ha esercitato una ''vigilanza assai inefficace'' sull'iter di alcune delicate inchieste da lui seguite come, ad esempio, 'Why not' (che vede indagato il presidente del Consiglio


    Romano Prodi); provvedimenti, questi, che ''trovavano ampia eco nelle notizie di stampa, con il prevalente effetto di portare alla ribalta la persona del medesimo De Magistris''. Nell'ultima relazione inviata al Csm, gli ispettori del ministero della Giustizia leggono criticamente non solo diversi atti del pm (giudicati 'abormi' e pertanto meritevoli di un'azione disciplinare), ma anche molti suoi atteggiamenti. In particolare – si legge in un passaggio della relazione – va osservato come De Magistris ''nell'ultimo periodo abbia fatto frequente ricorso alla stampa e ai media, di cui appare essere un esperto fruitore, proponendosi, da ultimo, come il soggetto passivo di una congerie di iniziative volte ad interferire nell'attivita' che proficuamente svolgerebbe in contrapposizione al malaffare, rappresentando se stesso cone uno fra i pochi in grado di svolgere tale opera di contrasto'' (ANSA)