• Home / RUBRICHE / Storie / Concerto Elton John; Comune cita per danni la Show Net di Ruggero Pegna; ma questa non ci sta

    Concerto Elton John; Comune cita per danni la Show Net di Ruggero Pegna; ma questa non ci sta

    eltonjohnLa vicenda dei presunti danni allo Stadio Granillo prodotti dal concerto di Elton John del 2004, per cui proprio due giorni fa è giunta una citazione di risarcimento alla Show Net di Ruggero Pegna, si riscalda.
    Ieri  la dirigente dell'Ufficio Affari Legali del Comune di Reggio Calabria, Fedora Squillaci, smentiva la presenza dell'ingegnere della Show Net, Demetrio De Benedetto, al sopralluogo post concerto, effettuato per la


    constatazione di danni. Oggi arriva la pronta replica dello stesso ingegnere e del promoter Ruggero Pegna.
    L'ingegnere Demetrio De Bendetto, oggi consulente del Sindaco di Lamezia Terme,  dichiara: "Il sopralluogo è stato regolarmente effettuato da me e dal geometra Pullano del Comune, per come avevamo concordato. Il geometra mi ha raggiunto allo stadio ed insieme abbiamo perlustrato tutto il rettangolo di gioco.  Non abbiamo rilevato alcun danno e quindi abbiamo proceduto a sottoscrivere il relativo verbale, in cui abbiamo solo precisato che era stato tagliato il montante di un cancello, come concordato con gli stessi uffici per fare passare i tir. Avevamo anche notato problemi al manto erboso, ma in zone non interessate nè dal palco, nè dal pubblico o dalle fasi di montaggio. Anche perchè erano stati usati tutti gli accorgimenti possibili per evitare qualsiasi danno, come accade per questi eventi nei migliori stadi. A fine sopralluogo e dopo aver redatto il verbale ci siamo salutati. Sto anche tendando di telefonare a Pullano, ma non mi risponde. Preciso, inoltre – aggiunge l'ingegnere De benedetto – che non sono mai stato convocato per altri sopralluoghi."
    Il promoter Ruggero Pegna aggiunge: "Mi stupisce che la dottoressa Squillaci parli di altri sopralluoghi e non di quello ufficiale a cui il mio tecnico era presente. In ogni caso, la stessa evita di dire che l'atto di citazione non parla di quel sopralluogo, ma di danni indicati e quantificati successivamente da un tecnico della Reggina Calcio, che avrebbe dovuto provvedere direttamente, a quanto mi risulta, alla normale manutenzione e risemina del manto erboso. Ribadisco che c'era, comunque, un'apposita polizza assicurativa per danni fino a 500.000 euro della Antonveneta. Certamente, nè io nè i miei tecnici, avremmo potuto dichiarare il falso all' assicurazione, avallando danni inesistenti. Questa citazione è, quindi, quanto meno sorprendente, oltre che strana nella tempistica e non solo. Non ha senso tentare di arrampicarsi sugli specchi per giustificare un'azione infondata, intempestiva e anomala. Al momento non è il caso di aggiungere altro, appellandomi nuovamente al sindaco Scopelliti, che mi ha dichiarato di non saperne niente."