• Home / RUBRICHE / Storie / Locride, 37 omicidi in 3 anni

    Locride, 37 omicidi in 3 anni

    omicidioCon l'agguato compiuto stamani a Siderno nel quale e' stato ucciso Rocco Ali' diventano 37 gli omicidi commessi nella locride negli ultimi tre anni, di cui quattro nel 2007. Agli omicidi va poi aggiunta la misteriosa scomparsa di un operaio di Sant'Ilario dello Ionio, Renato Vettrice, di 42 anni. Di tutti gli omicidi commessi nella locride negli ultimi tre anni solamente una decina sono i casi in cui le forze dell'ordine hanno individuato ed arrestato i responsabili ed eventuali mandanti. La recrudescenza di omicidi nella Locride


    ha avuto inizio dal settembre del 2004 quando, a Locri, venne ucciso Massimiliano Carbone, 30 anni, titolare di una cooperativa di servizi. Altro delitto che fece scalpore fu il duplice omicidio dei pastori Pasquale e Paolo Roda', di 36 e 13 anni, compiuto il 2 novembre del 2004 a Ferruzzano. Il 2004 si e' concluso con sette omicidi. Nel 2005 gli omicidi si susseguono con molta intensita' tanto che alla fine dell'anno sono stati 19 i delitti complessivi compiuti nella zona della locride. L'omicidio piu' eclatante e' stato quello del vicepresidente del consiglio regionale della Calabria, Francesco Fortugno, avvenuto il 16 ottobre a Locri. Il 15 febbraio del 2005, a Locri, venne ucciso Giuseppe Cataldo, di 36 anni, nipote dell' omonimo capo della cosca. Il 17 aprile, a Portigliola, fu compiuto un ennesimo duplice omicidio. In un agguato furono uccisi Giuseppe e Giovanni Longo, 58 e 21 anni, pensionato e operaio. La serie degli omicidi vede poi a Siderno l'assassinio di Gianluca Congiusta, 34 anni, commerciante, per il quale la polizia di Stato ha arrestato gli autori. Il 31 maggio a Siderno fu ucciso Salvatore Cordi', 51 anni, nipote del presunto capocosca Antonio Cordi', detto ''U ragiuneri''. Meno intensa e' la scia di sangue che si e' susseguita l'anno scorso quando sono stati commessi complessivamente sette omicidi. Il 25 aprile 2006 a Locri fu stato ucciso Giuseppe D'Agostino, di 51 anni. Il 19 luglio fu ucciso un pensionato, Giuseppe Fimognari, di 70 anni. A San Luca il giorno di Natale dell'anno scorso riesplode una antica faida che nel giro di pochi mesi mietera' due morti e cinque feriti. Il 16 febbraio di quest'anno a Bruzzano Zeffirio e' stato ucciso un muratore, Giuseppe Sculli, di 34 anni. Il 19 marzo scorso, infine, e' stato ucciso sempre a Bruzzano Zeffirio un ex consigliere comunale, Giovanni Politano'. (ANSA).