• Home / RUBRICHE / Storie / Indagine su opere collegate a binario Reggio-Melito

    Indagine su opere collegate a binario Reggio-Melito

    chizzoniti"Esprimo vivo compiacimento per l'intervento della magistratura sul quale non ho mai nutrito dubbi". Queste le parole, colme di soddisfazione, del presidente del Consiglio comunale, Aurelio Chizzoniti. La Procura della Repubblica ha infatti accolto le sue reiterate denunce, aprendo un'inchiesta su alcune opere collegate al raddoppio del binario Reggio-Melito. Gli inquirenti si sono intrattenuti per tutta la


    mattina nell'Ufficio di presidenza a Palazzo San Giorgio, acquisendo un'ingente quantità di materiale che potrebbe essere utile per il corso delle indagini. In particolare, tra le questioni al vaglio della magistratura, agli ordini di Francesco Scuderi, il rilascio del nullaosta di rito da parte della Capitaneria di Porto. Sotto la lente d'ingrandimento del procuratore Scuderi anche le vicende dei sottopassi di Bocale e le opere eseguite a Lazzaro. Tutte tematiche più volte sottolineate da Chizzoniti che ha ribadito come "la Presidenza del Consiglio continuerà a vigilare sulla vicenda con l'impegno fin qui profuso, sostenendo l'azione della magistratura affinchè si faccia piena luce sulle sue eventuali responsabilità nella costruzione di alcune opere di corredo al raddoppio della tratta ferrata Reggio-Melito".