• Home / RUBRICHE / Lettere a Strill / Ancora per Lorenzo

    Ancora per Lorenzo

    Riceviamo e pubblichiamo

    RINGRAZIAMENTO

     

     

    TRISTE NOVEMBRE 2008

     

    AGLI AMICI, COLLEGHI E A TUTTI  COLORO CHE LO HANNO CONOSCIUTO

     

     

     

    CARI COLLEGHI  ED AMICI DI LORENZO, VI RINGRAZIO  PER   L’AMICIZIA  E LA

     

    GENEROSITA’ DIMOSTRATA.

     

    VORREI RIUSCIRE AD ESPRIMERE A PAROLE  CIO’ CHE IL MIO CUORE   TIENE CONSERVATO 

     

    DI  LORENZO, CERTA CHE  AVERE  TRASCORSO  31  ANNI CON  LUI MI PERMETTE DI

     

    ESPRIMERE UN  PENSIERO SU CIO’ CHE  LORENZO  E’ STATO IN VITA PER ME, PER  I 

     

    NOSTRI FIGLI E PER  VOI TUTTI.

     

    LORENZO E’ STATO UN UOMO COMPLICATO, SPESSO  INQUIETO, MA MOLTO , MOLTO

     

    BUONO  D’ANIMO.  MI PARLAVA DI OGNUNO DI VOI, VI CONOSCO TUTTI   E SO CHE GLI

     

    AVETE VOLUTO BENE, LUI LO  SAPEVA.

     

    SPESSO DOPO AVERE AVUTO UNA DIVERGENZA DI OPINIONI CON  QUALCUNO  TORNAVA A

     

    CASA MORTIFICATO, PERCHE’ NON  ERA RIUSCITO A FARSI COMPRENDERE  E LUI SOGNAVA

     

    UN MONDO FATTO DI GIUSTIZIA E DI SPERANZA SENZA INCOMPRENSIONI.

     

    AVEVA IL CUORE DI SUA MADRE, GRANDE DONNA CHE GLI AVEVA INSEGNATO AD AGIRE

     

    IN VITA IN MODO SERIO.

     

    DICEVA INFATTI:” LE AZIONI SI FANNO IN VITA, QUI SULLA TERRA, FINO ALLA MORTE”

     

    E LUI HA SPESO IL SUO CUORE PER GLI ALTRI, FACENDO IL SUO DOVERE DI MARITO E  DI

     

    PADRE  CON AMORE  E DI MEDICO CON GRANDE PROFESSIONALITA’ E  CON ALTRETTANTO

     

    AMORE.

     

    LORENZO NON ERA UN UOMO CHE DICEVA “NI”, O  ERA “SI” O  ERA “NO”, PER QUESTO

     

    MOTIVO  SPESSO ERA SCOMODO A MOLTI, MA DIO CI  HA INSEGNATO A NON   ESSERE 

     

    TIEPIDI  E  LORENZO  NON LO  E’  MAI  STATO.

     

    E’ STATO UN  PASSIONALE  IN   TUTTO CIO’  CHE  HA  FATTO.

     

    PER LUI  NON ESISTEVA IL POVERO O IL RICCO, PER  LUI   ESISTEVA  L’ESSERE UMANO.

     

    COME DICEVA  EINSTEIN  QUANDO GLI CHIEDEVANO A  QUALE  RAZZA   APPARTENESSE

     

    RISPONDEVA  “RAZZA UMANA”.

     

    QUESTA UMANITA’ L’HA SEDOTTO, L’HA  PORTATO A DISPENSARE PROFESSIONALITA’,

     

    AMORE  E  SORRISI A TUTTI, SENZA RISERVE,  SENZA PRESERVARSI, DONANDOSI

     

    COMPLETAMENTE ALLA VITA, AL MONDO E A CHIUNQUE AVESSE BISOGNO.

     

    L’HO AMATO E LO AMO  PROFONDAMENTE   PER QUESTO.

     

    MI SONO CHIESTA PERCHE’ MORENDO LORENZO OLTRE A  RACCOMANDARE A CHI L’HA

     

    SOCCORSO, LA MOGLIE E I FIGLI, ABBIA CHIESTO  “PERDONO A TUTTI”.

     

    FORSE  PERCHE’ MORENDO NON  AVREBBE  POTUTO DONARSI  PIU’ COMPLETAMENTE

     

    COME  AVREBBE VOLUTO   O  PER  LE  VOLTE CHE  NON  ERA  RIUSCITO  AD   ENTRARE  NEL

     

    CUORE  DEGLI  ALTRI,  DI VOI TUTTI,  DI   NOI TUTTI  E  COMPRENDERNE  ANCHE I LIMITI.

     

    MA  QUESTO PERDONO CHIESTO NEL MOMENTO DELLA CONSAPEVOLEZZA E’ STATO PER

     

    LUI UNA “ GRAZIA  DI  DIO”, PERCHE’ E’ MORTO  IN  PACE  CON  TUTTI  E  CON  DIO.

     

    SIATE  IN  PACE  QUINDI  AMICI, PERCHE’ LUI  HA   DESIDERATO  QUESTO  NELL’ULTIMO

     

    MOMENTO E  CIO’  SIA PER  TUTTI  NESSUNO ESCLUSO  UN MONITO  PER COMPRENDERE LA

     

    PRECARIETA’ DI  QUESTA  VITA.

     

    PORTATE  DENTRO  IL  VOSTRO  CUORE   UN  PEZZETTO  DI  LUI  E  DI  QUELLO  CHE  VI  HA

     

    LASCIATO,  IN GRAZIA DI DIO.

             

                                                                                                        SANDRA

     

     

     

    “ CI VUOLE FEDE VIVA PER  VEDERE  DIO  NEI SEGNI, NEL FRATELLO, NELLA CALAMITA’

     

    NELLA MALATTIA, NELLA MORTE.

     

    CI VUOLE LA CAPACITA’ DI SUPERARE  L’ASPETTO UMANO, IMMEDIATO DELLA VITA,

     

    PER  COGLIERNE IL MISTERO.”