• Home / RUBRICHE / Lettere a Strill / Via Petrillina dopo la pioggia torrenziale

    Via Petrillina dopo la pioggia torrenziale

    Un boato ha sottratto dalla quiete domenicale i residenti di Via Petrillina. 
    Erano circa le 22.00 quando gli abitanti si sono ritrovati sulla strada per rendersi conto di quanto era accaduto. 
    Si è trattato del fragore generato da un movimento franoso che aveva interessato la suddetta Via.  
    Occorre dire che non era mancato “l’avviso”, infatti lo scorso 3 gennaio si era verificato uno smottamento di terreno di modeste proporzioni che ha preoccupato, e non poco, i residenti. 
    Venivano prontamente allertati i Vigili del Fuoco ed i Vigili Urbani i quali, portatisi tempestivamente sul luogo, una volta riscontrata l’insussistenza di danni a persone o cose, provvedevano a delimitare (con nastro bicolore) un tratto di strada di circa 50 metri, in relazione alla gravità dell’evento. 
    Dai primi rilievi effettuati dalle istituzioni presenti, si é constatato un movimento di terra di ampie proporzioni, quindi, acclarata la situazione di gravissimo pericolo per la privata e pubblica incolumità, si richiedeva l’intervento del personale della Multiservizi spa che, recatosi sul luogo,  provvedeva alla delimitazione del tratto pericoloso, mediante la collocazione di adeguato transennamento del segmento viario interessato .  
    Verosimilmente il cedimento di una rilevante porzione della strada deve correlarsi all’assenza di idonei manufatti destinati al contenimento del terrapieno (di circa 9 metri lineari di profondità), tali da garantire un sereno transito veicolare ed pedonale dei residenti.

    Il problema rappresentato deve necessariamente essere affrontato dalla locale Amministrazione, in tempi brevissimi, indipendentemente dalle legittime ragioni e/o aspettative dei soggetti privati interessati, atteso che trattandosi di tratto viario aperto al pubblico transito, deve essere scongiurata la malagurata evenienza  di situazioni che compromettono irreparabilmente la pubblica e/o privata incolumità. 
    Deve segnalarsi, infine, un pirandelliano episodio: la Società Multiservizi spa, contattata dai VV.UU., già allertati dai VV.FF., per la messa in sicurezza della zona, mediante l’allocazione di transenne di segnalazione di pericolo, in data odierna, è nuovamente intervenuta ma per rimuovere tali indispensabili strutture, a causa di una riferita penuria delle stesse.  
    Questa é la fredda, paradossale e conclusiva cronaca … di una futura disgrazia, più volte, annunciata. 
     
    Reggio Calabria,25/11/2008 
    Giuseppe Daniele Canale 
    Consigliere Sesta Circoscrizione/Sbarre