• Home / RUBRICHE / Lettere a Strill / Piazza Carmine devastata: che tristezza!

    Piazza Carmine devastata: che tristezza!

    Riceviamo e pubblichiamo

    Caro direttore quando riusciremo a debellare l’inciviltà che si alimenta nella stupidità?
    Questa mattina ho avuto la brutta sorpresa di vedere la fontana di piazza Carmine devastata da un atto vandalico: i fiori che facevano da corollario colorato alla fontana stessa, sono stati in parte sradicati ed in essa gettati.
    Come possiamo definire questo gesto? Una bravata notturna di un ubriaco, l’insano gesto di un malato di mente, un atto dimostrativo? No caro Direttore queste sono definizioni troppo nobili per definire chi ha compiuto un gesto simile, questo è il gesto di un perfetto idiota e se è un idiota in gruppo allora è un gruppo di idioti delinquenti!.
    Non sono amante delle telecamere che ci spiano in ogni luogo ma se queste sono un deterrente alla stupidità ben vengano, perchè non è possibile vedere distrutto un bene comune sull’altare della stupidità.
    Ben vengano le direttive comunali per il decoro urbano, perchè la città è la casa di tutti noi dove le piazze sono le nostre stanze, le vie i nostri corridoi: possiamo vivere in una casa brutta, sporca e cadente?  Forse questi idioti vivono in ambienti così ma a noi cittadini che amiamo la città dove viviamo no!
    La tracotanza è cugina dell’ignoranza, nipote dell’arroganza, sorella dell’apparenza.
    Grazie dello spazio che ci concede per poter far sentire pubblicamente la nostra voce
    Andrea Semplici