• Home / RUBRICHE / Lettere a Strill / Assediati dal traffico

    Assediati dal traffico

    Gentile redazione,

    Con i primi freddi e le pioggie di novembre la viabilità della città ne risente visibilmente , moltissimi di noi prendono l’automobile per spostarsi , così tutte le strade di Reggio sono piene di ingorghi e congestionate dal traffico , non solo nelle ore di punta.

    Certamente , questo è uno scenario al quale siamo ormai abituati e tristemente rassegnati credo , ma , quest’anno più che in passato , l’intensità del traffico è aumentata in maniera consistente , e , stavolta , mi duole ammetterlo c’è , a mio parere , anche lo zampino di modifiche ai sensi di marcia  di alcune vie da parte dell’amministrazione comunale.

    Vengo al punto , e citando alcuni tra i casi più evidenti di disagi alla viabilità dovuti a modifiche , inizierei col mettere in luce come la circonvallazione nord di Parco Caserta sia costantemente oberata dalle lamiere delle macchine , che raggiungono file chilometriche a partire dai Riuniti , da quando è stato impedito l’accesso a quel piccolo lembo di strada del Prolungamento Aschenez  , a valle , che congiungeva con Via Willermin , deviando tutto il traffico sulla Via Damiano Chiesa.

    Ma questo non è il solo caso , al quale è bene aggiungere quello della via Aschenez , che nel  tratto vicino al Castello Aragonese , scendendo diventa via Cimino . Per la circostanza che ha visto chiudere con il marciappiede il tratto di strada antistante la chiesa del Carmine , per il restiling onirico  di Piazza Carmine appunto , si crea nelle ore di punta , un tale intasamento della via che blocca l’intera circolazione di Reggio Centro.

    E da ultima , ma solo in ordine temporale , la modifica che ha voluto senso unico la Via S. Anna II tronco dalla piazza di S. Anna sino al Cedir sta creando dei notevoli disagi a tutta l’utenza diurna  di automobilisti , che vista la grande presenza di uffici nella zona , è immensa .

    Così ogni santa mattina , volenti o nolenti , siamo costretti ad immergerci in questo caos , tra nervosismo , stress , mancati appuntamenti , piccole liti , clacson e molto smog che il traffico gratuitamente ci regala.

    In fondo quindi considero che tutto sommato , prima di tali modifiche , c’era di certo un qualche spiraglio in più all’apnea della circolazione viaria reggina , per cui con la presente , spero di poter sollecitare chi di competenza a poter rivedere queste nuove scelte e soluzioni che non sono state sicuramente fortunate , e che a mio avviso , stanno mettendo in ginocchio una città intera.

    Vittorio Renzelli