• Home / RUBRICHE / Lettere a Babbo Natale 2011 / La seconda letterina di Mimmo (La Sosta) Pitasi

    La seconda letterina di Mimmo (La Sosta) Pitasi

    Urlo

     

    Dentro i viali

     

    Urlo dei fiori appesi

     

    Nel palo estremo

     

    Dove la pioggia batte.

     

    Ma alla fine posso urlare

    ad ogni ramo rinsecchito di tramontana,

    ad ogni galleria interrotta da qui a salerno

    ad ogni luna

    e ad ogni mitocondrio,

    ad ogni vita precaria,

    ai vetri di ogni macchina rubata fino al punto

    in cui la gola si raschia di volute di fumo

    e vino sulle lenzuola

    ormai

    pulite

    ogni sera.

    Alla fine, si

    Posso urlare a qualunque cosa, o parola

    Ad ogni casa nella tempesta

    Ad ogni nave mai salpata

    Ad ogni sguardo mai volato.

    Potrei urlare ogni bestemmia

    Stanotte

    Ma ogni cosa

    È annullata

    Nel perfetto scivolare

    Della neve

    Su quel fianco di montagna.

     

    La fragola non ride

    Il cucciolo non è qui

    E il fiore del gigiolo non sboccia

     

    Quando la voce è un urlo muto

     

    Che sule rotaie

     

    Ammazza il libro

     

    Chiude occhi

     

    E tocca l’angolo estremo

     

    Del lembo notturno

     

    Che mano abbraccia

     

    Sopra la sua storia

     

    Che inghiotte parole

     

     

    E mette un passo dietro

     

     

    L’altro per un bambina

     

    Con

     

    In mano il suo pensiero

     

    Dell’ultima barba comprata a natale

     

    Per una casa

     

    Dove il gatto

     

    È un amico

     

     

     

    Un urlo

     

    Muto

     

    Al babbo natale

     

    Portami

     

    Il sole

     

    E l’eclissi

     

    E la marea alta

     

    Lo scoglio

     

    Che ospita il cormorano

     

    Portami le parole

     

     

    Per esprimere l’anno

     

    Che si chiude

     

    Sulla strada che di ciottoli

     

    Mette una macchina fotografica

     

    In cui

     

    Rivivere

     

    Il tempo che passa

     

    Natale babbo

     

    Compra una mucca

     

    E riscaldami il latte

     

    Cosicché

     

    Possono  crescere peli sotto le gambe

     

    Natale babbo

     

    Vestiti di rosso

     

    Entra dentro le foreste

     

    Abbraccia

     

    Le stelle filanti

     

    I love 3000 e cinquanta anni di auguri