• Home / RUBRICHE / Calabresi lontani da casa / Storie di calabresi lontani da casa – Tito Mangiola

    Storie di calabresi lontani da casa – Tito Mangiola

    titomangiola
    La Calabria è terra d’artisti. Tito (Annunziato) Mangiola è nato a San Lorenzo, comune della Provincia di Reggio Calabria, il 3 febbraio 1949 e si è laureato presso l’Accademia di Belle Arti

    ‘Mattia Preti’ di Reggio di Calabria nel 1968. E’ un reggino che, quasi dal nulla, ha inventato un modo tutto suo di saper fare arte. Durante l’arco della sua carriera, ha partecipato a numerose mostre d’arte e grandi eventi culturali ed artistici. Tito, come un piccolo Picasso, ha iniziato a dipingere ad appena 14 anni. Dal 1966 ha partecipato a 37 gare con giuria raggiungendo un numero molto cospicuo di riconoscimenti: 11 primi posti, 11 seconde posizioni, sei volte terzo classificato. Oltre ai podi, si è guadagnato anche altri nove riconoscimenti. Le sue opere si trovano sparse nei Musei di tutto il mondo ed in collezioni pubbliche e private. Un talento proficuo: basti pensare che Mangiola ha realizzato 22 mostre personali e 40 mostre collettive in tutto il mondo. E’ l’inventore della tecnica della pittura del mosaico.

    Dal 1997 è formalmente residente negli Stati Uniti. Nel 2006 il Governo degli Stati Uniti gli ha attribuito la cittadinanza americana. Attualmente risiede in Florida. Tra il 1998 ed il 2003 è stato insegnante per la ‘Caring Foundation, Inc.’. Dal 2003 insegna molteplici corsi d’arte (pittura ad olio, acquerello, pittura a mosaico, disegno, scultura in creta) alla Wellington High School ed alla Royal School Palm High.

    Nel 2007, Mangiola ha incontrato l’ex presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter a Plains, Stato della Georgia. Nell’occasione, ha donato all’ex presidente una litografia Limited Edition dal titolo “Il mondo escluso”.

    Il maggior riconoscimento ottenuto da Mangiola, infine, è il Primo Premio alla “60esima Mostra Annuale Nazionale di Pittura Contemporanea americana”.