• Home / Primo piano / E’ guerra al coronavirus: la Calabria piange già 18 caduti al fronte

    E’ guerra al coronavirus: la Calabria piange già 18 caduti al fronte

    La Calabria prova a vincere la guerra, limitando al massimo i contagi da coronavirus. Come tutti i conflitti, però, ci saranno dei caduti.

    E la regione, giorno dopo giorno, comincia a contare le sue vittime. Un’avanzata che, per fortuna, non ha la progressione delle regioni più colpite, ma che genera ugualmente le lacrime di diverse famiglie.

    Sono già, infatti, 8 i deceduti in provincia di Cosenza, 7 nella Città Metropolitana di Reggio Calabria, 2 in provincia di Crotone e 1 in provincia di Vibo.