• Home / Primo piano / Processo Aemilia – Uno dei condannati prende ostaggi in ufficio postale

    Processo Aemilia – Uno dei condannati prende ostaggi in ufficio postale

    Un imputato condannato pochi giorni fa nel maxi-processo di ‘Ndrangheta ‘Aemilia’, da allora irreperibile, si è asserragliato dentro l’ufficio postale di Pieve Modolena, frazione di Reggio Emilia, con un coltello.

    Dai primi accertamenti avrebbe fatto uscire tutti i clienti, tenendo in ostaggio cinque dipendenti, tra i quali la direttrice. Sul posto le forze dell’ordine che hanno chiuso le strade e hanno avviato trattative.  (Rainews)

    Si tratta del 55enne Francesco Amato, resosi latitante subito dopo la sentenza emessa 5 giorni fa. Sul posto le forze dell’ordine, che hanno chiuso le strade e avviato la trattativa. Si valuta l’intervento di forze speciali.