• Home / Primo piano / Assicurazione più care,ma si fanno meno incidenti che a Nord:i numeri della Calabria

    Assicurazione più care,ma si fanno meno incidenti che a Nord:i numeri della Calabria

    A Roma sono ore in cui non corre buon sangue tra la Lega ed il Movimento Cinque Stelle.  Tra gli scambi di battute relativi alle manipolazioni di documenti economici inviati al Quirinale, spuntano altre diversità di vedute su altri argomenti.

    Le Rc Auto, ad esempio.   I pentastellati vorrebbero equiparare le tariffe  senza la disparità territoriale che porta i napoletani a pagare molto di più di quanto non facciano in Trentino.  Il tutto si tradurrebbe nel fatto che, al Nord, le polizze salirebbero e al Sud scenderebbero.  Un orizzonte non certo agognato dalla Lega che, per quanto aperta ormai al Mezzogiorno, conserva un’innegabile anima nordista necessaria a proteggere lo zoccolo duro del proprio elettorato.

    Bolzano non è un esempio a caso, dato che si troverebbe a pagare fino al 40% in più. Così come non lo è Napoli che avrebbe tariffe stornate dal 60%.

    La storia che, però, al Sud ci siano più incidenti  (veri o finti) viene smentita dagli ultimi dati. 

    La città con più incidenti in Italia è Genoa (7,6 ogni 1000, più di tre volte la peggiore città della Calabria, Reggio con 2,22). Il capoluogo ligure viene seguito da Milano, Savona, Rimini e Prato.

    Chi fa meglio è, invece, Aosta (1,07) seguita da Agrigento, Avellino, Vibo Valentia e Benevento.

    Occorre ricordare che si tratta solo di incidenti censiti, quindi eventuali accordi di risarcimento tra privato non dovrebbero essere contemplati.

    Come detto con i suoi 1015 incidenti (2,22 per ogni 1000 veicoli circolanti con 29 morti) Reggio Calabria ha il dato peggiore in Calabria, ma sta abbondantemente dietro Milano (5,90), Savona (5,61), Rimini (5,53) e Prato (5,42) e tantissime altre.

    Vibo, invece, con 1,31 è la quarta più virtuosa d’Italia (Solo 5 morti), Catanzaro fa segnare 1,78 (524 incidenti e 20 morti), Crotone 1,73 (230 incidenti e 6 morti) e Cosenza 1,61 ((963 incidenti e 40 morti).