• Home / In evidenza / Motta San Giovanni – L’incanto della Calabria negli scatti inediti di Edward Lear

    Motta San Giovanni – L’incanto della Calabria negli scatti inediti di Edward Lear

    di Grazia Candido – Un viaggio incantevole, un ritorno al passato in quei luoghi incontaminati calabresi nella mostra “Memorie e paesaggi in riva allo Stretto in un inedito di Edward Lear”.

    E’ stata inaugurata ieri pomeriggio presso il Museo “Antiquarium Leucopetra” di Lazzaro, la mostra che omaggia lo scrittore e paesaggista Lear i cui 109 disegni sono raccolti nella magnifica opera “Per la Calabria selvaggia” del professore Raffaele Gaetano.

    “In questo lavoro certosino, portato a termine grazie ad una squadra di professionisti del nostro territorio, abbiamo ricostruito il cammino di Lear che visitò il territorio mottese e i suoi dintorni alla fine del mese di Luglio del 1847 – esordisce il sindaco Giovanni Verduci -. In questi 109 inediti raccolti nel volume “Per la Calabria selvaggia”, riemergono immagini nuove di Motta San Giovanni, preziosi e sconosciuti scorci che ci regalano un rendering storico differente e consentono a tanti giovani che volessero intraprendere nuovi studi sul territorio, una serie di spunti davvero innovativi verso i quali indirizzare le prossime ricerche”.

    Spiega l’ampio progetto “Sentieri di memorie di un paesaggismo in riva allo Stretto”, l’assessore comunale Enza Mallamaci che “si inserisce nell’ambito delle iniziative istituzionali di promozione culturale e implementazione dell’offerta e del sistema museale a livello regionale”.
    “E’ un’importante e strategica opportunità di attivare un nuovo attrattore culturale di levatura regionale e interregionale in considerazione della rilevanza territoriale dello stesso che si estende alla prospiciente Sicilia – spiega l’assessore comunale -. Inoltre, il progetto implementa azioni tra loro integrate e complementari, rappresenta un esempio di offerta culturale complessa in quanto si rivolge a target differenti e si articola di attività diversificate che esplora le varie forme espressive dall’arte pittorica all’arte teatrale. Tutto ciò che siamo riusciti a realizzare, dalla mostra multimediale, al catalogo, agli Hub teatrali coinvolgendo i nostri studenti, è stato possibile grazie alla sinergia con le associazioni del territorio e professionisti che hanno messo anima e cuore affinchè tutto potesse concretizzarsi. Con il talento si vincono le partite ma è con il lavoro di squadra che si vincono i campionati”.
    Sulla stessa lunghezza d’onda l’editore del volume Leo Iiriti che ha ribadito quanto sia “indispensabile per la crescita del territorio far conoscere queste belle realtà umane che si fondono alle tante ricchezze di un territorio che va sempre valorizzato”.
    “Questo libro è un omaggio al grande paesaggista inglese e alla Calabria – afferma l’autore Raffaele Gaetano -. Attraverso le immagini, il lettore ripercorrerà le tappe dell’avventuroso viaggio in una terra considerata ancora selvaggia ma tanto splendida”.
    Entusiasta di “un lavoro eccezionale” la storica dell’arte Caroline Mary Pringle che “per la prima volta, si svela con quest’opera un vasto patrimonio di disegni messi in cartella dall’artista inglese Lear durante il suo movimentato soggiorno in Calabria. Il professore Gaetano ricostruisce con preziosa nitidezza l’esperienza di Lear in Calabria facendo emergere un’umanità e il calore di un popolo del Sud che merita molto di più”.

    Ed è proprio il vice presidente della Regione Calabria, Giusy Princi a confermare il suo “pieno sostegno a queste iniziative culturali necessarie per far emergere il patrimonio umano, culturale, paesaggistico di una Calabria che non deve più permettere la fuga dei cervelli. La Giunta Occhiuto lavorerà per non far scappare più i nostri giovani: questa terra ha bisogno dei suoi professionisti e spetta a noi amministratori dar loro i mezzi e le opportunità per mettere in atto il loro sapere e talento”.
    La mostra si può visitare presso il museo Antiquarium Leucopetra di Lazzaro, da martedì a domenica dalle ore 16 alle ore 19,30. E’ possibile fare una visita autogestita mentre per la guida è necessaria la prenotazione al numero di telefono 0965718104.