• Home / In evidenza / Maxi-operazione anti-ndrangheta – Gratteri: ‘I giornali nazionali hanno boicottato la notizia’, la preoccupazione del Movimento Agende Rosse

    Maxi-operazione anti-ndrangheta – Gratteri: ‘I giornali nazionali hanno boicottato la notizia’, la preoccupazione del Movimento Agende Rosse

    Di seguito il comunicato:

    L’operazione chiamata ‘Rinascita-Scott’ ha smantellato tutte le organizzazioni di ‘Ndrangheta operanti nel Vibonese e facenti capo alla cosca Mancuso di Limbadi in tutto il territorio nazionale e all’estero facendo emergere cointeressenze con personaggi del mondo politico e dell’imprenditoria. L’imponente operazione, frutto di indagini durate anni, oltre alla Calabria interessa varie regioni d’Italia dove la ‘Ndrangheta vibonese si è ramificata: Lombardia, Piemonte, Veneto, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Sicilia, Puglia, Campania e Basilicata.” E’ ciò che si legge sul sito AntimafiaDuemila.com.

    Coordinati dal Procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, circa 3000 appartenenti alle forze dell’ordine hanno operato 334 arresti. Così da diventare la più grande operazione antimafia dopo il maxi processo e la retata più grande di sempre in inchieste di ‘ndrangheta. Tra gli arrestati ci sono anche politici, avvocati, commercialisti, massoni e forze dell’ordine. Eppure con enorme meraviglia, il giorno dopo, i principali quotidiani non hanno dato la notizia o l’hanno data in maniera del tutto marginale.
    Intervistato da Maria Latella per Skytg24 oggi pomeriggio, il procuratore Nicola Gratteri ha commentato così: “i giornali nazionali hanno boicottato la notizia

    Il video pubblicato sulla pagina Facebook delle Agende Rosse ha totalizzato in poche ore più di 130.000 visualizzazioni e centinaia tra commenti di sdegno e di solidarietà al Dott. Gratteri.

    Dal canto nostro esprimiamo tutta la nostra solidarietà e vicinanza al Dott. Nicola Gratteri ringraziando (come hanno già fatto tantissimi cittadini Calabresi) lui e tutte le forze dell’ordine impegnate nell’operazione per il preziosissimo lavoro svolto.

    Vorremo anche esprimere la nostra grave preoccupazione per il fatto che, ancora una volta, buona parte dell’opinione pubblica abbia oscurato una notizia di contrasto alla mafia così importante e che coinvolge mondo politico, massoneria e forze dell’ordine.

    Movimento delle Agende Rosse