• Home / In evidenza / Catanzaro, approvate in Consiglio comunale 14 delibere di debiti fuori bilancio

    Catanzaro, approvate in Consiglio comunale 14 delibere di debiti fuori bilancio

    Via libera del Consiglio comunale, presieduto da Marco Polimeni, assistito dalla segretaria generale, Vincenzina Sica, a quattordici delle quindici pratiche di riconoscimento di debito fuori bilancio. Le delibere raggruppate in un’unica discussione, come deciso dalla conferenza dei capigruppo, sono state votate a maggioranza dei presenti. Ritirata, per maggiori approfondimenti chiesti dalla commissione consiliare, una delle deliberazioni, sempre di debito fuori bilancio, iscritte all’ordine del giorno. A motivare la richiesta del ritiro è intervenuto il consigliere Bosco, mentre il vice sindaco e delegato al patrimonio, Ivan Cardamone, ha evidenziato come eventuali ritardi potrebbero causare ulteriori interessi a carico delle casse comunali. In apertura di seduta, il presidente Polimeni ha fatto osservare all’aula un minuto di raccoglimento per i morti palestinesi nel corso dell’offensiva portata avanti da un carro armato israeliano, proposto dal consigliere Bosco, e per i vigili del fuoco morti in una esplosione a Catania, proposto dai consiglieri Pisano e Levato. In avvio dei lavori il consigliere Guerriero ha chiesto chiarimenti su una notizia apparsa su un quotidiano on line inerente i lavori della conferenza dei capigruppo che ha avuto come tema l’istituzione di nuove strisce blu e la riduzione delle tariffe in alcune aree della città. Sull’argomento, dopo i chiarimenti del presidente Polimeni, si è aperta una discussione alla quale sono intervenuti i consiglieri: Fiorita, Bosco, Riccio, Sergio Costanzo, Levato, Merante, Rosario Mancuso, Pisano e Celia. Tutti hanno concordato sulla necessità di una rivisitazione degli stalli a pagamento e sulla opportunità che vengano estesi su tutto il territorio comunale, tenendo presenti le esigenze dei residenti e delle attività commerciali, ma anche quelle che sono le normative che ne regolano l’istituzione. Riccio si è dichiarato contrario all’istituzione dei parcheggi a pagamento a Lido.