• Home / In evidenza / Dal Cipe via libera a progetto definitivo megalotto della 106 ionica Sibari-Roseto

    Dal Cipe via libera a progetto definitivo megalotto della 106 ionica Sibari-Roseto

    Pochi minuti fa il Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE) ha approvato il progetto definitivo per la realizzazione del Megalotto 3 della Statale 106 ionica (raddoppio stradale nel tratto Sibari-Roseto). Si tratta di un finanziamento di 1 miliardo e 335 milioni di Euro, il più importante stanziato dal Governo di Centro Sinistra per la Calabria. A breve apriranno i cantieri. Saranno creati nuovi posti di lavoro e la Calabria del Nord Est potrà essere finalmente ricongiunta strutturalmente all’Europa. Questa è la Calabria che cresce! Questi sono i fatti in risposta a populisti, detrattori e a quel Centro Destra che per questo territorio, invece, non ha fatto nulla. Ha solo tolto, anzi scippato servizi senza garantire diritti ai cittadini.

     

    È quanto dichiara soddisfatto il deputato Ferdinando Aiello, candidato del Centro Sinistra nel Collegio camerale uninominale Corigliano-Rossano, commentando una notizia che il territorio ionico e della Sibaritide attendeva da oltre dieci anni e sulla quale stamani (mercoledì 28 febbraio) il Governo Gentiloni ha posto il definitivo via libera.

     

    Abbiamo iniziato un percorso di crescita per la Calabria – dice Aiello – che ora non può essere più arrestato. Il via libera alla realizzazione del raddoppio tra Sibari e Roseto che si congiungerà, a Nord, con la nuova Statale 106, che ormai viaggia fino a Taranto su doppia corsia e, a Ovest, con il nuovo raccordo autostradale Sibari-A2 in fase di ultimazione, apre ottime prospettive future per la realizzazione di Megalotti 8 e 9 Sibari-Crotone.

     

    Sarà questa – precisa – la battaglia che ci vedrà impegnati in Parlamento, durante la prossima legislatura, di fianco alla Regione Calabria. Così che Corigliano-Rossano, la nuova e terza Città della nostra regione, possa finalmente avere a servizio una strada degna di questo nome. Non solo. La realizzazione del Megalotto 3 sarà un incentivo in più anche per la realizzazione dell’aeroporto della Sibaritide, opera strategica prevista nel nuovo Piano regionale dei Trasporti, e nell’ottica di una nuova frontiera di opportunità per i servizi alla mobilità si dovrà lavorare affinché lo snodo ferroviario di Sibari possa essere abilitato al transito dell’alta velocità.

     

    Tutto questo non è poco. Se si considera che appena otto anni fa il Governo Berlusconi – Lega, sottrasse al Meridione e a quest’area della Calabria gli indispensabili fondi Fas, dapprima destinati proprio alla Statale 106, per destinarli a nuove opere nel settentrione. Oggi si ritorna a camminare sui binari dello sviluppo e questo grazie alle scelte coraggiose del Centro Sinistra e del PD che non hanno mai abbandonato il Sud. Ora attendiamo le reazioni dei dettratori, che hanno ostacolato questo grande progetto di civilizzazione, ma sicuramente ogni buona scusa che addurranno  – conclude Aiellonon sarà mai bastevole per colmare il vuoto di disservizi che hanno creato nella Calabria del Nord Est.