• Home / CITTA / Vibo Valentia / Leggere&Scrivere, Mangialavori: «Pronto a contribuire economicamente»

    Leggere&Scrivere, Mangialavori: «Pronto a contribuire economicamente»

    «Ho appreso con grande dispiacere del rischio, molto concreto, che il Festival Leggere&Scrivere chiuda i battenti nel 2021, per ragioni prettamente economiche. È una possibilità che né Vibo Valentia, né la Calabria, possono permettersi».

     

    Lo afferma il senatore Giuseppe Mangialavori.

     

    «Il Festival Leggere&Scrivere – continua il parlamentare – per anni ha dato lustro alla città di Vibo, diventata in breve tempo il centro culturale più importante dell’intera regione, come dimostra anche la recente e prestigiosa proclamazione a Capitale del libro 2021. Significa che rassegne come Leggere&Scrivere sono riuscite, in pochissimo tempo, a catalizzare l’attenzione nazionale e a imporsi come luoghi fondamentali per la letteratura e la saggistica, italiane ed estere. Un patrimonio del genere non può andare perduto, per nessuna ragione».

     

    «Secondo quanto affermato dal direttore artistico del Festival, Gilberto Floriani – spiega Mangialavori –, servono poco meno di 90mila euro per consentire la prosecuzione della kermesse. Credo, quindi, che sia arrivato il momento della responsabilità collettiva. Mi rivolgo, in particolare, a tutti gli imprenditori, vibonesi e non, affinché vogliano contribuire – ognuno secondo le proprie possibilità – al raggiungimento della cifra necessaria per assicurare lo svolgimento del Festival anche nel 2021».

     

    «Per quanto mi riguarda – conclude il senatore –, da parlamentare, imprenditore e cittadino, sono pronto a fare la mia parte e a dare il mio contributo. Spero che tanti altri estimatori del Festival possano fare lo stesso. Non è troppo tardi: Vibo non merita di perdere uno dei suoi principali attrattori».