• Home / CITTA / Vibo Valentia / Distretto Turistico Vibonese, la Camera di Commercio dialoga con Regione Calabria e partner per ottimizzare tempi e sistemi operativi

    Distretto Turistico Vibonese, la Camera di Commercio dialoga con Regione Calabria e partner per ottimizzare tempi e sistemi operativi

    Prosegue alla Camera di Commercio di Vibo Valentia l’attività per la definizione e la piena operatività del Distretto Turistico Vibonese a cui Sebastiano Caffo, da presidente dell’Ente prima, e ora da Commissario, riserva particolare attenzione, ritenendolo strategico per il rilancio delle imprese e per lo sviluppo integrato dell’economia locale.

     

    Dopo che la Conferenza decisoria dei Servizi ha dato una prima fisionomia al Distretto, comprendendo le aree dei 45 Comuni della provincia aderenti al protocollo di intesa definito dal tavolo di coordinamento tecnico del partenariato pubblico-privato, e in attesa che la Regione Calabria ne prenda atto per i provvedimenti di competenza, nei giorni scorsi, su iniziativa del Commissario Caffo e del Segretario Generale Bruno Calvetta, si è svolto un importante incontro in web conference con l’Assessore regionale al lavoro, allo Sviluppo economico e al Turismo Fausto Orsomarso con lo scopo di avviare un primo esame sugli sviluppi possibili e acquisire utili informazioni sulle prossime iniziative programmate dalla Regione Calabria proprio per il settore turistico. All’incontro hanno anche partecipato le imprese e gli altri partner privati del Distretto turistico vibonese.

     

    Nell’aprire i lavori il Commissario Sebastiano Caffo ha sottolineato l’importanza di questo nuovo strumento che “consentirà di aumentare la competitività turistica del territorio vibonese, unitariamente inteso, integrando risorse attrattive primarie -storico-culturali ed ambientali- infrastrutture, sistema delle imprese e delle altre organizzazioni economiche che erogano servizi di interesse turistico, e di realizzare, al contempo, le condizioni per un concreto prolungamento della stagione turistica, migliorando la qualità dell’offerta turistica territorialmente e in circuito con le altre aree attrattive regionali”.

    Proprio per questo l’Assessore Fausto Orsomarso, intervenendo, ha plaudito all’iniziativa vibonese, precisando come i Distretti turistici rappresentino davvero una svolta per un settore strategico dell’economia calabrese che riceverà dalla Regione investimenti diretti ed indiretti per oltre il 50% di risorse proprie. Ha poi fatto cenno alle progettualità regionali per il Recovery Fund e anticipato la pubblicazione, a breve, di bandi per il lavoro, la formazione, la digitalizzazione e la riqualificazione delle strutture turistiche alberghiere, extra-alberghiere e diffuse, agenzie e tour operators e per l’offerta balneare, termale, nonché per la promozione turistica sia attraverso contributi a fondo perduto che attraverso prestiti agevolati a valere su fondi di rotazione per complessivi 100 milioni di euro, nonché risorse per la riqualificazione urbanistica in chiave di sostenibilità ambientale e per la valorizzazione dei borghi storici e tradizionali della Regione. Orsomarso ha annunciato, inoltre, un importante accordo con la Regione Liguria per progettazioni condivise e realizzazione di applicativi di promozione on line dell’offerta turistica finalizzati a ridurre i costi di investimento oltre all’organizzazione proprio nell’area vibonese a partire dal prossimo anno del Boat Show nautico sull’usato, in collaborazione con il Salone Nautico di Genova. Orsomarso ha concluso dicendo che “è importante ottimizzare le risorse. In questo senso “si tratta di essere calabresi nuovi” e di affrontare i temi dello sviluppo della nostra Regione con una visione strategica di medio e lungo periodo, agendo fin da subito per creare “acceleratori di sviluppo” e “modelli” virtuosi di investimento. Anche per il Distretto Turistico è dunque necessario studiare un modello organizzativo e di governance efficiente, dotato di procedure snelle e di risorse qualificate”.

     

    Sono seguiti una serie di interventi che hanno ribadito l’importanza di far emergere il valore della destinazione e la necessità di costruire una immagine effettiva di buona gestione delle risorse comuni e delle utilità pubbliche (rifiuti, acqua, depurazione, viabilità, collegamenti).

     

    A conclusione il Commissario Caffo, riallacciandosi alle posizioni del partenariato e alle parole dell”Assessore Orsomarso, ha detto che “la volontà espressa dal territorio di vedere coinvolti più soggetti ed interessi è un aspetto positivo oltre ad essere una prova ulteriore dell’elevata maturità raggiunta dagli attori del territorio vibonese in tema di sviluppo turistico. Sono certo che insieme sapremo individuare un modello organizzativo e di governance in grado di combinare la pluralità dei soggetti e degli interessi pubblici e privati in una struttura efficacemente operativa e rappresentativa. Sapremo sicuramente cogliere questa sfida e dare nuovo futuro al nostro territorio e alla nostra Regione, con un contributo di grande valore considerato che la propensione al turismo del territorio vibonese è stata anche certificata nei giorni scorsi con la vittoria di Tropea nella competizione nazionale “Il Borgo dei Borghi 2021″ che apre ulteriori e interessanti prospettive di sviluppo turistico”.

     

    E già dalla settimana prossima è in programma un ulteriore incontro presso la Cittadella regionale, con l’Assessore Orsomarso, per scendere nei dettagli operativi in modo da proseguire velocemente e raggiungere in tempi brevi l’obiettivo.