• Home / CALABRIA / Sequestrate armi, munizioni e contanti: un arresto a Tropea

    Sequestrate armi, munizioni e contanti: un arresto a Tropea

    Le Fiamme Gialle di Tropea, nell’ambito di specifica attività di controllo economico-finanziario del
    territorio disposta dal Comando Provinciale di Vibo Valentia, hanno proceduto all’arresto in flagranza
    di reato per detenzione di armi e munizioni da guerra e detenzione abusiva di armi di R.A. cl. ‘63, del
    luogo.
    Nel corso delle perquisizioni eseguite presso l’abitazione e relative pertinenze, nonché presso
    ulteriori unità immobiliari (magazzini, terreni ecc.) in uso e/o nella disponibilità del predetto R.A.,
    contiguo alla locale criminalità organizzata, sospettato di disporre di proventi illeciti, sono state
    rinvenute, abilmente occultate, n. 2 pistole (di cui n. 1 “Zastava M57”, già in dotazione all’esercito
    dell’ex Jugoslavia, munita di caricatore vuoto e n. 1 “Beretta M70” con matricola punzonata, munita di
    caricatore contenente n. 1 munizione), n. 2 silenziatori, n. 176 munizioni vario calibro, n. 2 coltelli
    a serramanico e contanti per un valore di 6.350 Euro di cui il soggetto non è stato in grado di
    dimostrare la lecita provenienza.
    Al termine delle operazioni, il soggetto responsabile veniva tratto in arresto e, dopo i rilievi segnaletici,
    tradotto in carcere presso la casa circondariale di Vibo Valentia, così come disposto dal Pubblico
    Ministero di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vibo Valentia.
    Le armi, in buono stato di conservazione e pronte all’utilizzo, sono state messe a disposizione
    dell’Autorità Giudiziaria per i successivi accertamenti balistici e per verificarne l’eventuale utilizzo in
    pregresse attività delittuose.
    L’importante risultato operativo evidenzia ancora una volta il ruolo che la Guardia di Finanza, con le
    proprie peculiarità istituzionali di forza di polizia economico finanziaria, svolge nel controllo del
    territorio in una provincia fortemente inquinata dalla criminalità organizzata.